Questa semisconosciuta e profumata erba aromatica eccezionale in cucina potrebbe eliminare aria nello stomaco e disturbi gastrointestinali e regalare sonni sereni

Il profumo delle erbe aromatiche comincia a inondare giardini e fioriere. Con il bel tempo e l’innalzarsi delle temperature, basilico, origano, timo, menta diventano rigogliosi. Ormai non si corre il pericolo di acquistare piantine che moriranno dopo qualche giorno. Il sole, infatti, con i suoi raggi aiuta a rinforzarne le radici e a farle crescere.

Anche le nostre cucine si riempiono di questi odori forti e i nostri piatti acquistano nuovi sapori. Conviene a chiunque coltivare in casa delle piccole piantine delle proprie erbe aromatiche preferite. Ma oltre alle più note, questa semisconosciuta e profumata erba aromatica è eccezionale. Utilizzata sia per ricette salate che dolci, questa pianta nasconde anche molte proprietà terapeutiche.

Oltre alla fitoterapia, anche la medicina classica ne riconosce i benefici su vari organi del corpo umano. Allora, scopriamo di quale erba aromatica si tratta e quali usi possiamo farne.

Questa semisconosciuta e profumata erba aromatica eccezionale in cucina potrebbe eliminare aria nello stomaco e disturbi gastrointestinali e regalare sonni sereni

Originaria del sud Europa e dell’Asia, della Melissa officinalis venivano usati fiori e foglie già anticamente. Questa pianta erbacea pare agisca sull’organismo umano in diversi modi. Infatti, può essere applicata sulla pelle con funzione cicatrizzante, antifungina e astringente. Ancora, se consumata, potrebbe svolgere funzioni antispastiche, cioè curare mal di stomaco, problemi gastrointestinali, flatulenza o aerofagia.

Potrebbe avere effetti benefici anche su fastidi come nausea, gastrite e dolori mestruali. La medicina ne riconosce l’azione sedativa anche per la tosse. Infine, pare che, se ingerita, abbia un leggero potere sedativo e rilassante. In questi casi, il modo più semplice per usarla è farne un infuso. Ecco perché, insieme a valeriana, tiglio e ad altre erbe, viene utilizzata per chi soffre di disturbi del sonno. In alcuni casi è usata anche per calmare problemi di origine nervosa come vertigini, tachicardia, ansia, palpitazioni e acufeni.

La melissa in cucina

Oltre ad avere proprietà medicamentose, la melissa è un ingrediente fantastico anche in cucina. Il suo sapore lievemente dolce fa sì che dia un tocco aromatico a torte e macedonie di frutta. Anche per ricette salate, si può utilizzare mescolata con basilico per farne un pesto. Ancora, le sue piccole foglie color verde smeraldo possono fornire una decorazione per risotti o insalate di cereali estive. Se ci piacciono le bevande pestate o l’acqua aromatizzata, possiamo usare la melissa unita a lime o limone, cetriolo o malva.

Lettura consigliata

Una spezia comune in tutte le dispense rivela i suoi straordinari e geniali usi alternativi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te