Pochi sanno che questi metodi di cottura potrebbero abbassare il colesterolo cattivo e diminuire i grassi saturi

I soggetti che soffrono di ipercolesterolemia sanno bene quanto sia fondamentale seguire uno stile di vita sano per rimanere in salute e migliorare il benessere dell’organismo.

In particolare, una vita attiva, in cui si pratica regolarmente dell’attività fisica aiuterebbe a prevenire svariate malattie. Non è necessario andare in palestra, ma possiamo tranquillamente allenarci in casa, andare in bicicletta o fare delle rilassanti passeggiate al parco o al mare. Infatti, la camminata sostenuta o a passo veloce, è una di quelle attività che possiamo svolgere a qualunque ora e in qualunque luogo. A tal proposito, in questo articolo precedente abbiamo consigliato quanto camminare ogni giorno per ridurre ansia, colesterolo e migliorare la salute delle ossa.

Il ruolo fondamentale svolto dall’alimentazione

Ma non dimentichiamo che spetta all’alimentazione il ruolo fondamentale per il controllo dei livelli di colesterolo. A tal proposito, secondo gli esperti, la dieta Mediterranea potrebbe incidere positivamente sul colesterolo cattivo (LDL) e contrastare l’ipercolesterolemia. Quindi, mettere in tavola degli alimenti sani e ricchi di proprietà benefiche aiuterebbe il nostro organismo.

Ad esempio, molti li usano per digerire ma in realtà questi piccoli semi profumati agirebbero anche sul colesterolo. Ricordiamo anche che, non la pasta ma questo semplice cereale potrebbe ridurre il colesterolo cattivo, svuotare l’intestino e saziare velocemente.

Pochi sanno che questi metodi di cottura potrebbero abbassare il colesterolo cattivo e diminuire i grassi saturi

Abbiamo visto come un’alimentazione sana e corretta sia in grado di proteggere il nostro organismo e allontanare le malattie. Ma non dimentichiamo un passaggio fondamentale: la cottura dei cibi. Infatti, secondo gli esperti, alcuni metodi di preparazione sarebbero più consigliati di altri, perché aiuterebbero a diminuire il rischio di ingerire i grassi saturi, dannosi per il nostro organismo.

La cottura a vapore potrebbe essere molto indicata e utile. Infatti i grassi sciogliendosi, cadono nell’acqua sottostante.

Anche la cottura in acqua (bollitura e lessatura) potrebbe aiutare ad abbassare il colesterolo, perché limita l’utilizzo dei grassi. Ma facciamo attenzione, perché cuocere troppo tempo i cibi in acqua, potrebbe causare la perdita di una buona parte dei nutrienti.

Ma non dimentichiamo anche la pentola a pressione, una grande alleata in cucina e che aiuta a dimezzare i tempi di preparazione.

Ecco che pochi sanno che questi metodi di cottura potrebbero abbassare il colesterolo cattivo e diminuire i grassi saturi.

Ultimi 2 metodi di cottura che vogliamo consigliare ai nostri Lettori, sono la cottura in bianco e quella al microonde.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te