Se abbiamo dei wafer avanzati non buttiamoli, possiamo trasformarli in dolci davvero irresistibili  

Abbiamo appena aperto la dispensa e ci siamo imbattuti in una scatola di vecchi wafer aperti da tempo. Il nostro primo istinto è quello di farli finire nel cestino. Ma sarebbe un errore. Se abbiamo dei wafer avanzati non buttiamoli, possiamo trasformarli in dolci davvero irresistibili. E oggi noi di Proiezionidiborsa sveleremo due ricette facili e veloci con i wafer a cui sarà difficile dire di no.

I tartufi di wafer e cioccolato

Ci basteranno soltanto 5 minuti e 3 ingredienti per trasformare i nostri wafer avanzati in un nuovo e irresistibile dolce. Prendiamo un etto di cioccolato fondente e facciamolo sciogliere. Possiamo farlo a bagnomaria o se abbiamo poco tempo anche nel forno a microonde.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Nel frattempo tritiamo i biscotti e quando sono diventati finissimi mischiamoli col cioccolato. Amalgamiamo bene e lasciamo raffreddare per qualche minuto. A questo punto non ci resta che staccare dall’impasto delle palline e modellarle. Quando sono rotonde passiamole nello zucchero e facciamole riposare a temperatura ambiente. Siamo pronti per servire.

Se abbiamo dei wafer avanzati non buttiamoli, possiamo trasformarli in dolci davvero irresistibili: la torta senza cottura

Con i wafer possiamo realizzare anche una freschissima torta ottima per le merende estive. E non avremo nemmeno bisogno del forno.

Prendiamo due etti di cioccolato fondente, due etti di wafer, 50 grammi di burro e della farina di cocco. Facciamo sciogliere a bagnomaria il cioccolato e il burro fino a creare un composto senza grumi. Nel frattempo tritiamo i wafer fino a polverizzarli.

Mischiamo tutti gli ingredienti in un contenitore a aggiungiamo anche la farina di cocco. Spostiamo tutto in una tortiera in cui avremo messo un foglio di carta forno e distribuiamo bene l’impasto. Per aiutarci possiamo usare una spatola leggermente inumidita.

Non appena siamo soddisfatti della forma della nostra torta mettiamola in frigo a riposare coperta con una pellicola per due ore.

Tiriamola fuori, spolveriamo con la farina di cocco rimasta e portiamo in tavola.

Se siamo amanti dei dolci veloci e freschi possiamo provare anche i bignè al gelato e una leggerissima crema di riso.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te