Proteggiamo cuore e cervello anche grazie a questo pesce saporito protagonista di una ricetta facile e leggera

Dobbiamo sempre ricordarci che qualunque scelta facciamo al supermercato e a tavola a lungo andare ha conseguenze sulla nostra salute. Sta a noi decidere se optare per conseguenze positive o negative. Ad esempio, i nutrizionisti consigliano di seguire una dieta varia, che includa non solo la carne, ma anche il pesce.

Dovremmo mangiare diversi tipi di pesce circa 2 volte a settimana e ognuno di questi ha dei benefici specifici. Prendiamo il pesce azzurro, una categoria di pesci che include diverse specie considerate fra le più salutari.

Ad esempio, anche lo sgombro è un pesce azzurro ed è anche una ricca fonte di antiossidanti. Non solo, ma apporterebbe elevate quantità di acidi grassi omega 3, che aiuterebbero a ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi. Questi stessi elementi farebbero bene anche al sistema circolatorio e al cervello.

Eppure, nonostante tutti questi lati positivi, spesso ci dimentichiamo dell’esistenza dello sgombro. Forse, però, la ricetta giusta ci darà l’ultima spinta per convincerci a mangiarlo più spesso. Senza contare che il prezzo ci consente anche di risparmiare sulla spesa.

Ingredienti

  • Sgombri 4;
  • scorza d’arancia 1;
  • succo d’arancia 2;
  • olio extravergine d’oliva 60 g;
  • aneto 4 rametti;
  • pepe nero in grani 1 cucchiaio;
  • aglio 3 spicchi;
  • sale fino 1 cucchiaio.

Proteggiamo cuore e cervello anche grazie a questo pesce saporito protagonista di una ricetta facile e leggera

Cominciamo la preparazione occupandoci della pulizia degli sgombri. In realtà, sono dei pesci estremamente semplici da trattare. Ci basterà rimuovere le pinne laterali con un paio di forbici e incidere il ventre per rimuovere gli intestini. Sciacquiamo tutto, interno compreso, sotto l’acqua corrente e invidiamo diagonalmente i lati del pesce.

Ora occupiamoci della marinatura, fatta di ingredienti semplici e genuini. Cominciamo grattugiando le bucce di arancia, poi tagliamole e metà ed estraiamone il succo. Mettiamo da parte scorza e succo e affettiamo l’aglio. Schiacciamo i grani di pepe col dorso di un cucchiaio e siamo pronti a procedere.

Reggiamo i pesci tenendoli per un capo, così da sporre i tagli sui fianchi. Qui distribuiamo il sale e il pepe. Poi, usiamo una pirofila delle giuste dimensioni per distendere i pesci e versare al suo interno la marinatura. Mettiamo quindi l’olio d’oliva, metà del succo d’arancia, il resto del pepe, l’aglio e l’aneto. Copriamo il tutto con pellicola e lasciamo riposare in frigo per 2 ore.

Passato questo tempo, scaldiamo leggermente una padella con un po’ d’olio d’oliva e mettiamoci dentro massimo 2 pesci per volta. Facciamo dorare la pelle su un lato per circa 4 minuti, per poi girarlo e versare ciò che resta del succo d’arancia.

Facciamo cuocere per altri 4 minuti e siamo pronti a servire.

Proteggiamo cuore e cervello con questa ricetta gustosa da aggiungere subito al nostro repertorio.

Lettura consigliata

Attenzione alla glicemia perché potrebbe avere un legame con alcuni tumori

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te