Ecco i 6 errori più comuni nel fare la pasta secondo un importante quotidiano

Noi italiani siamo i più grandi consumatori di pasta del Mondo. Le recenti ricerche hanno infatti sottolineato che consumiamo a testa più di 20 chili di pasta all’anno.

Tuttavia, anche i francesi sono dei grandi consumatori di pasta e un loro importantissimo quotidiano, “Le Figaro”, ha recentemente pubblicato un articolo sulla pasta. In questo articolo due esperti cercano di dare dei consigli ai consumatori su come preparare al meglio la pasta evitando alcuni errori. In particolare, ecco i 6 errori più comuni nel fare la pasta secondo un importante quotidiano.

Il primi 3 errori

La pasta per cuocere bene ha bisogno di molta acqua. Infatti, quando ce n’è poca notiamo che la pasta tende a incollarsi sul fondo della pentola. Inoltre, se mangiamo una pasta cotta in poca acqua noteremo che la sua consistenza sarà troppo molle dentro e quasi croccante fuori.

Il secondo errore che è molto grossolano e che anche noi italiani spesso facciamo: dobbiamo buttare la pasta solo quando l’acqua bolle. Se la buttiamo quando vediamo solo le prime bollicine è un errore: la temperatura dell’acqua non è quella corretta e rischiamo di rovinare tutto. Infatti, sembra incredibile ma ecco perché abbiamo sempre sbagliato a far bollire l’acqua della pasta.

Il terzo errore è legato al primo. Alcuni usano dei pentolini piccoli e per evitare che la pasta si attacchi al fondo mettono qualche goccia d’olio nell’acqua. La loro speranza è che l’olio impedisca alla pasta di attaccarsi ma le leggi della fisica insegnano il contrario. L’olio, infatti, resterà sulla superficie dell’acqua e non darà nessun effetto positivo.

Ecco i 6 errori più comuni nel fare la pasta secondo un importante quotidiano

Il quarto errore riguarda, più che un’azione, un’omissione. In moltissimi anche tra noi italiani si dimenticano di girare spesso la pasta mentre sta cuocendo. Dimenticandoci di girare l’acqua, corriamo due rischi: che la pasta si attacchi al fondo o che il formato di pasta che abbiamo scelto cuocia male. Capita, infatti, che dei pezzi di pasta si attacchino tra di loro, con evidenti mancanze di cottura omogenea.

Il quinto errore è legato al tempo di cottura. I minuti scritti sui pacchetti della pasta non sono mere indicazioni ma devono trovare la nostra piena attenzione. Se abbiamo aspettato a buttare la pasta al momento giusto, i minuti di cottura indicati sono proprio quelli ottimali.

Il sesto e ultimo errore ribadito da Le Figaro riguarda l’uso del sale. Il sale va messo nell’acqua della pasta e non sulla pasta nel piatto. Anche se l’abbiamo messo nell’acqua e il sugo della pasta ci sembra sciapo, dovremmo evitare di aggiungere il sale quando la pasta è ormai servita.

Approfondimento

Pancia piatta con questo gustoso e colorato antipasto ipocalorico.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te