Ecco gli oggetti che dovremmo eliminare per avere una cucina più spaziosa e sempre in ordine

La cucina è una delle stanze più frequentate della casa. In cucina prepariamo i pasti, mangiamo e passiamo molte ore della giornata. Un vero e proprio nido. Il problema è che spesso questo nido diventa il luogo ideale per accumulare oggetti e far esplodere il caos. Almeno fino a oggi. Stiamo infatti per svelare alcuni trucchetti per eliminare il superfluo e riportare il caos sotto il livello di guardia. Ecco gli oggetti che dovremmo eliminare per avere una cucina più spaziosa e sempre in ordine e probabilmente tutti ne abbiamo qualcuno nei cassetti e o nei mobili. Ma è arrivato il momento di fare pulizia.

Ecco gli oggetti che dovremmo eliminare per avere una cucina più spaziosa e sempre in ordine

Quella di ordinare la casa e gli armadi è un’operazione spesso pesante e che ci toglie tempo da dedicare ad altre attività più gratificanti. Per questo motivo il primo consiglio è quello di evitare l’accumulo di oggetti che non useremo.

Nel caso specifico della cucina il primo oggetto da rimuovere sono gli elettrodomestici inutilizzati. Macchina del pane, robot da cucina, vecchi tostapane. Ognuno di noi probabilmente ne ha uno. Ma se non li usiamo mai meglio regalarli, portarli in discarica (se non sono a norma) o venderli per provare a ricavarci qualcosa. Noteremo immediatamente la differenza a livello di spazi.

Il secondo oggetto da buttare sono le spugnette rovinate. Oltre a occupare spazio ed essere decisamente anti-estetiche possono trasformarsi in un covo di microbi e batteri. Buttiamole quando iniziano a rovinarsi e magari sostituiamole con carta biodegradabile per pulire piatti e pattumiera. Faremo bene alla salute e all’ambiente.

Per recuperare spazio in dispensa possiamo fare tranquillamente a meno anche dei contenitori in plastica. Molti di noi tendono ad accumularli non si sa per quale motivo. Sono oggetti che tendono a rovinarsi in poco tempo, a rilasciare cattivi odori e hanno pochi usi in cucina. Meglio optare per il vetro, il Pyrex o per altri materiali più “ecologici”. Magari potremmo anche sfruttarli per riscaldare i cibi in forno o nel microonde.

Souvenir e condimenti

Altre due categorie di oggetti di cui dovremo disfarci sono i souvenir dei ristoranti o dei viaggi e i contenitori singoli dei condimenti. Bacchette del ristorante cinese, menù da asporto, presine e panni per asciugare sono oggetti che occupano posto e che tendiamo a non usare mai. Se vogliamo una cucina ordinata meglio disfarsene o metterli in uno scatolone da riporre in cantina.

L’ultimo errore che spesso facciamo è quello di conservare spezie, erbe aromatiche e condimenti vari nelle loro confezioni originali. Magari mettendoli accanto a contenitori di vetro vuoti o multi-materiale. Facciamo posto e spostiamo gli alimenti in questi ultimi. Non solo aumenteremo lo spazio a disposizione ma probabilmente riusciremo a conservarli più a lungo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te