Con questi 5 trucchetti il cambio armadio di settembre non sarà più uno stress

Siamo appena tornati dalle vacanze ed è il momento di prepararsi per l’arrivo dell’autunno. Sia a livello fisico che per quanto riguarda le faccende domestiche. Pochi giorni fa abbiamo parlato di come rimettersi facilmente in forma senza rischiare di farsi male. Oggi, invece, ci concentreremo su un’altra possibile fonte di preoccupazione: il temuto cambio di armadio stagionale. Ma con questi 5 trucchetti il cambio di armadio di settembre non sarà più uno stress. Anzi, potremmo anche divertirci e magari riscoprire nei cassetti qualche accessorio che avevamo dimenticato e che è tornato di moda. Quindi armiamoci di pazienza e di metodo e mettiamoci a lavoro.

Con questi 5 trucchetti il cambio di armadio di settembre non sarà più uno stress

La prima operazione sarà quella di fare tabula rasa dell’armadio. Ovvero di svuotarlo completamente. Sarà un’ottima occasione anche per fare pulizia e magari donare o rivendere i vestiti che non usiamo più da anni. Una volta liberato lo spazio prendiamo delle scatole trasparenti e attacchiamoci delle etichette con la tipologia di vestito. Ci servirà per ritrovare tutto al prossimo cambio di stagione. Attenzione però. I capi che mettiamo nelle scatole devono essere sempre lavati e piegati bene. Occuperanno meno spazio e non si rovineranno durante la stagione fredda.

Il secondo passaggio sarà quello della pulizia. Prendiamo dei prodotti naturali e dei profumatori e puliamo cassetti e scomparti. Una volta terminata la pulizia aggiungiamo anche dei deumidificatori e degli antitarme. I più diffusi sono a base di naftalina ma il nostro consiglio è quello di usare miscele naturali. Sono meno tossiche e più rispettose dell’ambiente. I nostri capi autunnali saranno sempre profumati e pronti all’uso.

A questo punto è arrivato il momento della selezione. Dividiamo i capi estivi da quelli che probabilmente utilizzeremo anche in inverno. Magliette, canottiere, biancheria non devono finire nelle scatole.

Il segreto è l’organizzazione

Ora che abbiamo l’armadio vuoto dobbiamo organizzarlo nel modo più funzionale possibile. Il quarto passaggio è infatti quello della divisione dei capi per tipologia. Giacche, cappotti e vestiti lunghi sono perfetti per le grucce e se abbiamo un armadio con una sbarra in alto andranno attaccati lì. Non si piegheranno e li troveremo facilmente.

Dividiamo anche il resto dei capi. Le camicie accuratamente lavate, stirate e piegate andranno in un cassetto. Idem i maglioni, le t-shirt e tutto ciò che indossiamo. Se facciamo le cose per bene risparmieremo un sacco di tempo quando andremo a vestirci.

L’ultimo trucchetto è quello di fare una ulteriore suddivisione tra capi autunnali e capi invernali. Mettiamo i primi più in basso o più vicini nei cassetti e i secondi nelle retrovie.

Pian piano che passano i giorni facciamo avanzare i maglioni e riponiamo i vestiti da mezza stagione più indietro. L’armadio si organizzerà da solo e noi non ce ne accorgeremo nemmeno.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te