Contro colesterolo e ipertensione e per contrastare le malattie cardiovascolari, basterebbe una piccola quantità di questi semi ricchissimi di omega 3

Le noci vengono, comunemente, ricondotte nella categoria della “frutta secca” e vendute, solitamente, nei reparti ortofrutta dei supermercati. Tuttavia, esse tecnicamente, non si identificano con la frutta ma sono il seme della pianta e contengono sostanze nutritive importanti. Stesso dicasi per: nocciole, mandorle, arachidi ecc. Questi preziosi semi, dunque, avrebbero la grande capacità di contrastare e prevenire patologie molto diffuse e serie. Si pensi a quelle cardiovascolari, all’ipertensione, alla glicemia, colesterolo e al diabete.

Ebbene, si sarebbe riscontrato che 3-4 noci al giorno inciderebbero positivamente sulla salute in generale. Esse, infatti, consentirebbero di ridurre significativamente l’incidenza di infarti e non solo. Addirittura, contro colesterolo e ipertensione e per contrastare le malattie cardiovascolari, basterebbe una piccola quantità di questi semi ricchissimi di omega 3. Ma, vediamo il perché. Le noci conterrebbero vitamina E, acidi grassi omega 3, e sali minerali: tutte sostanze ricche di proprietà benefiche. Insieme al resto della frutta secca, infatti, esse vengono consigliate a chi ha disfunzioni cardiache.

Contro colesterolo e ipertensione e per contrastare le malattie cardiovascolari, basterebbe una piccola quantità di questi semi ricchissimi di omega 3

Il consumo di noci consentirebbe di contrastare l’aumento della pressione sanguigna e abbassare il colesterolo cattivo, liberando le pareti arteriose. In più, impedirebbe anche la coagulazione del sangue, fungendo da antitrombotico, con conseguente miglioramento del flusso sanguigno. Inoltre, consentirebbe di tenere sotto controllo la pressione sistolica e il peso corporeo, aumentando solo i livelli di colesterolo buono. Poi, le noci proteggerebbero le arterie, così riducendo il rischio di infarto e aterosclerosi. Questo perché lubrificano il cuore, per il loro elevato contenuto di grassi omega 3 e polifenoli.

Le altre molteplici proprietà delle noci

Oltre alle proprietà anzidette, le noci sarebbero ricche anche sali minerali, oligoelementi ed elettroliti, tra cui: fosforo, potassio, magnesio, calcio, rame. Tutte, queste ultime, sostanze importanti per la sintesi dell’emoglobina e per gli ormoni. In più, questi piccoli semi, contengono lo zinco, che è un importante immuno-modulatore, e il ferro, per la salute delle ossa. La noce potrebbe essere definita, inoltre, come un tonico del sistema nervoso, possedendo proprietà antianemiche, antispastiche, sedative e antinfiammatorie. In più, la presenza del magnesio, svolge un’azione antistress, antiinfiammatoria, antidolorifica e sedativa. Oltre che un tonico per il cervello, le noci avrebbero anche funzione cardiotonica, per le ragioni anzidette. Inoltre, abbasserebbero il colesterolo che, a sua volta, è uno dei cofattori di ictus e infarti.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te