Come cucinare il salmone affumicato al forno evitando un comunissimo errore e valorizzandone lo straordinario gusto

Il salmone affumicato piace. Nel tempo è diventato un elemento che è stato sempre di più utilizzato in cucina. Grazie al suo sapore particolare e riconoscibile oggi se ne fa un larghissimo uso. E non solo come elemento che si abbina bene con la pasta, ma anche in diverse preparazioni. Sono, inoltre, noti i benefici legati al consumo di omega 3.

La sua capacità di trasmettere un sapore forte lo rende, ad esempio, ideale per la farcitura per diverse preparazioni. Vengono in mente le classiche lasagne, ma anche torte salate o altre tipologie di pietanze che prevedono il salmone affumicato come ripieno.

Come cucinare il salmone affumicato al forno evitando un comunissimo errore e valorizzandone lo straordinario gusto

Chi ama il salmone difficilmente penserà di limitarne l’utilizzo. Quando, però, si immagina di infornarlo è bene che non lo si metta mai in superficie. Ipotizzando, ad esempio, di voler creare uno sformato o una qualsiasi tipologia di prodotto da forno, a molti viene in mente di utilizzare il salmone come saporita decorazione.

Accade, dunque, che lo si metta troppo in alto, esposto al calore e non solo come ripieno. Rischia, però, di essere un autogol. Il salmone, troppo a contatto con l’alta temperatura, rischia di asciugarsi e restituire un sapore troppo salato.

Per evitare che ciò avvenga sarebbe preferibile che il salmone faccia parte, ad esempio, della farcitura interna. Semplificando il concetto, finirebbe per avere una cottura “filtrata” da quello che ha attorno e manterrebbe il suo sapore, senza travolgere il resto.

La strategia consente di tutelare anche il sapore

E proprio per questa tipologia di alimenti, può essere utile capire come cucinare il salmone affumicato al forno sfruttandone il sapore, senza però travolgere tutto il resto.

Sì, perché il rischio sarebbe quello di disperdere il suo fantastico sapore originario e soprattutto di mascherare il gusto di quello che viene cucinato in abbinamento.

Qualora, invece, lo si voglia utilizzare come decorazione o si voglia semplicemente inserire altro salmone in superficie, un’idea giusta potrebbe essere quella di aggiungerlo dopo la cottura. Ipotizzando che quanto cucinato sia caldo, in poco tempo anche il salmone affumicato crudo vedrà crescere la sua temperatura senza risentire di una prolungata presenza in forno con gli effetti dell’essere stato troppo in superficie.

Le indicazioni su come cucinare il salmone affumicato rappresentano sicuramente una strategia che vale la pena provare.

Lettura consigliata

Non tutti conoscerebbero questo rischio nel mangiare pizza due giorni di fila, più volte la settimana o addirittura tutti i giorni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te