Non tutti conoscerebbero questo rischio nel mangiare pizza due giorni di fila, più volte la settimana o addirittura tutti i giorni

Mangiare la pizza è un rito. Una delizia per il palato. Tutti sanno che, però, non è un alimento che va molto d’accordo con le diete per dimagrire. Abusarne, inoltre, esporrebbe non solo al rischio di fare i conti con un aumento di peso, ma ci sono altri aspetti che non rendono consigliabile un uso frequente.

Non tutti conoscerebbero questo rischio nel mangiare pizza due giorni di fila, più volte la settimana o addirittura tutti i giorni

È noto, ad esempio, come si dica che una pizza Margherita abbia circa 800 calorie. Pe molti, però, si tratta di una stima al ribasso, poiché è probabile che in realtà la pizza pesi di più. Questo dà la misura di quanto, come singolo alimento, sia impattante nella condotta alimentare di una singola persona.

L’aspetto calorico non è, però, l’unico da tenere in considerazione. In molti non considerano l’aspetto legato al quantitativo di sodio che viene quando ci si trova a mangiare pizza. Secondo le informazioni disponibili sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità sarebbe sufficiente consumarne una per raggiungere la quantità limite giornaliera.

Trovandosi, dunque, a mangiare una pizza si arriva a consumare 2 mg di sodio, che è il massimo che ogni singola persona dovrebbe consumare. Il dato da sottolineare è che, però, nell’arco di una giornata si mangia anche altro e inevitabilmente si finirebbe per sforare questo limite.

Va chiarito che la stima non può essere ritenuta valida oggettivamente, tenuto conto che ogni pizza (soprattutto artigianale) ha valori che variano. Attenzione, inoltre, alla differenza tra sodio e il sale. Quest’ultimo è detto anche cloruro di sodio. Ad ogni grammo di esso, secondo i dati disponibili sul sito ISS, corrispondono 393,4 mg di sodio.

Perché l’eccessivo consumo di sodio è un rischio?

Diversi studi, nel corso tempo, hanno dimostrato la correlazione esistente tra il consumo di sale e la possibilità di sviluppare pressione arteriosa. Non è una malattia, ma una condizione che favorirebbe il possibile sviluppo di malattie cardiovascolari (angina pectoris, infarto miocardico, ictus cerebrale).

Seguire una condotta alimentare che accresce il rischio di fare i conti con la pressione alta è dunque la strada evitabile. È possibile, però, godersi senza problemi una pizza ogni tanto, ma senza esagerare.

Soprattutto se preparata con materie prime di qualità, viene spesso indicata (anche una volta la settimana) dai nutrizionisti come un pasto premio nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata.

Vietato, dunque, demonizzare la pizza, ma è bene farne un consumo responsabile. A partire dalla consapevolezza che può portare ad un eccessivo consumo di sodio e non tutti conoscerebbero questo rischio. Mangiare spesso pizza, dunque, lo si può considerare tra gli errori da non fare non solo per chi vuole dimagrire, ma anche per chi aspira al benessere.

Lettura consigliata

Camminare tanti chilometri al giorno farebbe dimagrire ma ecco come bisognerebbe farlo per avere un altro beneficio di cui pochi sono a conoscenza

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te