Un semplice frutto tropicale ricco di vitamine e antiossidanti potrebbe ridurre il girovita, contrastare le artrosi e proteggere il cuore

L’avocado è un frutto tropicale, originario del Messico o dell’America Centrale, che appartiene ad una pianta, detta Persea Gratissima. Per le sue eccezionali proprietà, andrebbe introdotto regolarmente nella nostra dieta. Infatti, ad esso sono riconosciuti molteplici benefici per la salute, riconducibili alla sua eccezionale composizione. Quindi, un semplice frutto tropicale ricco di vitamine e antiossidanti potrebbe ridurre il girovita, contrastare le artrosi e proteggere il cuore.

Allo stesso, inoltre, si accrediterebbero anche effetti benefici ulteriori, come quello di migliorare la fertilità sia maschile che femminile. Inoltre, aumentando il senso di sazietà, aiuterebbe a controllare il peso corporeo e a tenere sotto controllo glicemia e diabete. Il tutto, anche grazie alla presenza di grassi monoinsaturi. Vediamo, però, il perché, cioè soffermiamoci per un momento sulla sua composizione.

Un semplice frutto tropicale ricco di vitamine e antiossidanti potrebbe ridurre il girovita, contrastare le artrosi e proteggere il cuore

L’avocado presenta un profilo nutrizionale davvero unico. Si pensi che 100 grammi di questo frutto producono soltanto 231 calorie. Inoltre, è ricco di fibre, grassi monoinsaturi e di vitamine. Nella fattispecie, abbiamo: 18 mg di vitamina C, 6,4 mg di vitamina E ed 1,1 mg di vitamina B3. Poi: 0,12 mg di vitamina B2 e 0,09 mg di vitamina B1. Inoltre, contiene quantità di vitamina D maggiori di quelle presenti nel burro e nelle uova. In più, è una importante fonte di minerali, contenendo, sempre per 100 grammi, le seguenti quantità. Si tratta di: 450 mg di potassio, 44 mg di fosforo, 13 mg di calcio, 0,6 mg di ferro, 2 mg di sodio. Infine, la polpa è una fonte di steroli e di acidi volatili. In 100 grammi di prodotto sono, dunque, concentrati una marea di elementi salutari, ossia un vero mix di benessere.

Gli effetti benefici dell’avocado

L’avocado ha rappresentato, per lungo tempo, oggetto di studi e di interesse da parte dei nutrizionisti. In base a taluni esperimenti, si è rilevata la sua utilità nel trattamento dell’artrosi del ginocchio. Inoltre, grazie alle sue proprietà digestive, aiuterebbe a contrastare la dissenteria, essendo un ottimo astringente. In quanto fonte di calcio, di fibre e di grassi monoinsaturi, inoltre, sarebbe un valido strumento contro il diabete. Poi, rappresenterebbe un aiuto efficace contro la sindrome metabolica, consistente in alterazioni che espongono a determinati rischi. Tra essi abbiamo quello cardiovascolare e metabolico, come: iperglicemia, ipertensione, livelli eccessivi di colesterolo e trigliceridi, obesità.

Altre ricerche, poi, hanno documentato effetti antipertensivi, antiaterosclerotici e antitrombotici, che sono tutti di carattere cardioprotettivo. Infine, l’avocado favorisce il transito intestinale, grazie al suo elevato contenuto di fibre e oli. Questi ultimi, esercitano un effetto lassativo ed emolliente.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te