Chi lo avrebbe mai detto che esistono antiossidanti che potrebbero aiutarci a contrastare l’invecchiamento cellulare

Solitamente, la parola “antiossidante” viene fuori, principalmente, in estate, quando ci approcciamo al consumo di quei frutti di stagione che li contengono.  La funzione di queste sostanze è quella di rallentare il processo di ossidazione delle cellule. È importantissimo, dunque, farne uso, in quanto l’ossigeno che respiriamo può diventare tossico per le cellule, generando radicali liberi. Questi ultimi, danneggiano le cellule, determinandone l’invecchiamento e la degenerazione. Le ragioni di ciò sono collegate all’inquinamento presente nell’aria che respiriamo, ed, in generale nell’ambiente che ci circonda.

Sicché, assumere antiossidanti è fondamentale per contrastare detti fenomeni degenerativi dell’apparato cellulare. Infatti, i radicali liberi, se accumulati in eccesso, possono favorire la comparsa di patologie, quali: malattie cardiovascolari, tumorali o neuro-degenerative. Per questa ragione, onde prevenire il processo di ossidazione, bisogna seguire un’alimentazione sana. Tutto ciò, prestando la corretta attenzione a ciò che si mangia, cosa possibile in tutti i mesi dell’anno. Infatti, Chi lo avrebbe mai detto che esistono antiossidanti che potrebbero aiutarci a contrastare l’invecchiamento cellulare! Vediamo, nel dettaglio, quali sono.

Alimenti invernali contenenti antiossidanti

Per prima cosa, occorre portare in tavola frutta e verdura di stagione. Quindi, per facilitare il compito della scelta, ecco un elenco di alimenti antiossidanti consigliati in inverno:

1) arance, pompelmi, mandarini, mandaranci e kiwi, ricchi di vitamina C;

2) melograno, che è disponibile da ottobre a dicembre. Esso è ricco di antocianine, che svolgono una potente azione contro i radicali liberi; 3) carciofo, che è tra le verdure antiossidanti più ricercate in inverno;

4) radicchio e le carote, che sono verdure invernali ricche di carotenoidi antiossidanti;

5) broccoli, cavoli e cavolfiori, dalle straordinarie qualità antiossidanti e antitumorali;

6) pere e mele, ricche di flavonoidi.

Per preservare le qualità delle verdure, è consigliabile mangiarle crude oppure cotte al vapore. Accanto all’utilizzo di questi alimenti, possiamo associare anche quello degli integratori. Ciò, per regalare al nostro organismo il giusto apporto di queste sostanze, alleate della salute.

Chi lo avrebbe mai detto che esistono antiossidanti che potrebbero aiutarci a contrastare l’invecchiamento cellulare

Oltre agli alimenti, possiamo fornire al nostro corpo la giusta dose di antiossidanti, anche attraverso i trattamenti di bellezza. In particolare, durante la stagione più fredda, è consigliabile preferire creme e sieri dalle proprietà nutrienti e rigeneranti. Nella specie, ottimi prodotti sono quelli a base di fosfolipidi e glucosamina, che mantengono la pelle idratata tutto il giorno. In questo modo, la si protegge da vento, dal freddo e dallo smog. Le creme, ricche di vitamina E, invece, svolgono una maggiore azione antiossidante. Inoltre, anche in inverno occorre proteggere la pelle con filtri solari ad alta protezione.

Fra gli integratori, invece, possiamo optare per la zeaxantina, che è un carotenoide vegetale. In alternativa, la scelta può ricadere sul rame, ottimo per il potenziamento delle difese immunitarie e per contrastare il processo ossidativo. Infine, esistono anche integratori contenenti l’estratto di pino marittimo francese, particolarmente ricco di polifenoli che migliorano il turgore della pelle.

Lettura consigliata

Gambe svelte e leggere, belle e in salute se si rispettano queste 6 regole essenziali per il loro benessere

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te