Un recente studio dice che mangiare abitualmente questi alimenti riduce il rischio di ictus cerebrali

Tutti sanno che una dieta equilibrata e un po’ di allenamento fisico sono la chiave per mantenere il corpo e la mente in attività più a lungo.
Prima di entrare nel vivo dell’argomento, è sempre opportuno sottolineare che la Redazione non intende sostituirsi al medico curante. Il nostro compito è quello di informare il Lettore sui pareri scientifici e possibili soluzioni per la salvaguardia della salute a tutto tondo.

A tal proposito, si suggerisce anche la lettura delle ultime novità per chi soffre di colesterolo cattivo alto perché non serve più rinunciare a questi alimenti amatissimi, lo dice la scienza.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Per fare un pieno di benessere naturale, ecco i 9 alimenti con il più alto contenuto di vitamina D che salvano il cuore e proteggono le ossa.

Infine, per chi vuole fare un po’ di movimento, ecco alcuni facilissimi accorgimenti che possano migliorare gli effetti benefici di una semplice camminata.

A questo punto, cerchiamo di capire perché un recente studio dice che mangiare abitualmente questi alimenti riduce il rischio di ictus cerebrali.

La ricerca

Non è una novità sentir dire che consumare maggiormente frutta e verdura migliora le prospettive della nostra esistenza.

Un pensiero rafforzato anche da un recente studio pubblicato l’anno scorso sull’European Heart Journal.

I ricercatori hanno analizzato le abitudini alimentari di quasi 420 mila persone. Dopo 12 mesi di confronti e 9 Paesi coinvolti, gli esperti sono arrivati ad una conclusione precisa. Una dieta ricca di alimenti di origine vegetale potrebbe proteggere, in modo significativo, dal rischio di avere un ictus cerebrale.

Un recente studio dice che mangiare abitualmente questi alimenti riduce il rischio di ictus cerebrali

Da sottolineare che la ricerca è di tipo osservazionale, nel senso che, al momento, non ci sono riscontri effettivi che certificano il legame tra questi cibi e l’ictus. Tuttavia, guardando i risultati degli screening gli studiosi sono molto propensi a credere che esiste un reale nesso tra un certo tipo di alimentazione e i rischi cerebrovascolari.

Secondo gli scienziati un consumo maggiore di frutta e verdura, ovvero circa 200 g al giorno, comporterebbe una discreta diminuzione del rischio di ictus. A frutta e verdura, poi, andrebbero associati anche 10 g di fibre e 200 g di latte. Poi, 1 vasetto di yogurt e 30 g di formaggio al giorno.

Attenzione, invece, al consumo di uova. Secondo questi ricercatori, il consumo abbondante di uova vanificherebbe l’effetto protettivo degli altri alimenti.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te