Secondo queste ricerche scientifiche quando corre il nostro corpo corre anche il nostro cervello

Si è sempre detto che l’esercizio fisico serve a contrastare diverse patologie gravi. Non immagineremo mai gli effetti benefici che la corsa può avere sul nostro cervello. A mostrarcelo come riportano alcune riviste scientifiche sono stati diversi studi scientifici. In particolare, la West Michigan University, nel 2018, ha condotto un esperimento che ha avuto il seguente risultato. Cioè: correre almeno mezz’ora al giorno, consente di migliorale la capacità di elaborare le informazioni.

Inoltre, la Lithuanian Sports University e la Nottingham Trent University sono approdate ad ulteriori evidenze. Nella specie, in questo caso, gli studi condotti hanno dimostrato che correre migliora la capacità all’attenzione, favorendo l’elasticità mentale. Inoltre, favorisce la capacità di risolvere i problemi, disinnescando i fattori di stress. In tal modo, tende a rimuovere oppressioni, fissazioni e pensieri correnti che possono sfociare in forme depressive. Quindi, secondo queste ricerche scientifiche quando corre il nostro corpo corre anche il nostro cervello!

Vantaggi 

I vantaggi della corsa si sconterebbero non solo a livello fisico ma anche mentale e di salute. La corsa, infatti, lavora sulla materia grigia, secondo i neuroscienziati. Che ciò avvenga dipende dal fatto che correre rilascia endorfine, così migliorando il tono dell’umore. Inoltre, consente anche di sviluppare o preservare il senso di autostima, caricando la personalità oltre che i muscoli. Infatti, quando si corre, sebbene il corpo è costretto a lavorare, la mente si lascia andare a relax e benessere. Tuttavia, per ottenere i risultati sperati, l’esercizio deve durare almeno 30 minuti.

Secondo queste ricerche scientifiche quando corre il nostro corpo corre anche il nostro cervello

Dunque, grazie alla corsa, ansia, depressione e stress si tengono a bada. Altrettanto, accade, inoltre, per i rischi cardiovascolari, oncologici e per il diabete. Tuttavia, come indicato, è necessaria la regolarità. Infatti, un’attività, sebbene molto intensa ma svolta saltuariamente non produce grandi benefici. Diverso a dirsi per un’attività anche meno intensa ma condotta almeno 3 volte a settimana per mezz’ora. In conclusione, la corsa non è solo movimento fisico ma è anche preservazione del nostro cervello e delle nostre facoltà mentali. In più, essa aiuta a mantenere un cuore sano e allenato e a tenere alla larga diabete e glicemia ed altre patologie.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te