Rivoluzionario e sorprendente ecco un miele che arriva da lontano e che starebbe spopolando per le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti

La globalizzazione avrà anche dei difetti, ma pure qualche pregio. In campo alimentare ad esempio, con la possibilità di mangiare tutto l’anno prodotti freschi. Ci riferiamo in particolare a frutta e verdura, anche se come ricordano gli esperti, con particolari attenzioni. Portare infatti a tavola primizie di cui non conosciamo la cosiddetta filiera produttiva, potrebbe essere rischioso per la salute. In molti paesi della terra, infatti non verrebbero rispettate neppure le minime e basilari normative sulla sicurezza alimentare. Con l’utilizzo di pesticidi e prodotti chimici, che sono vietati in Italia e che potrebbero essere particolarmente nocivi. Oggi, vedremo però un prodotto che arriva dal continente oceanico e che sta riscuotendo davvero un enorme successo.

Un semplice prodotto naturale che contrasterebbe mal di gola, infezioni e problemi intestinali

Da tempi immemori tutti sappiamo quanto prezioso sia il lavoro delle api nel produrre quel particolare alimento, dorato come il sole, trasparente e grezzo, dalle molteplici proprietà quali il miele. Originario della Nuova Zelanda, utilizzato già dalle popolazioni Maori, per curare ferite, bruciature e ulcere, ecco il miele Manuka. Possiederebbe secondo alcuni ricercatori proprietà ancora più elevate rispetto ai mieli che troviamo nelle nostre case. Estratto dall’omonima pianta della famiglia delle Mirtacee, il miele di Manuka, avrebbe un’elevatissima proprietà antibatterica, grazie alla molecola metilgliossiale, in grado di combattere alcuni batteri presenti nel nostro intestino e lo stafilococco.

Rivoluzionario e sorprendente ecco un miele che arriva da lontano e che starebbe spopolando per le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti

Il miele di Manuka sarebbe usato da secoli in Australia e Nuova Zelanda anche per agire su mal di gola, ferite non profonde e processi infiammatori. Ricordandoci, però, che è uno zucchero semplice, ponendo quindi l’attenzione sulle persone che soffrono di diabete, e assumendolo semmai in piccole dosi. Ma sempre previo consulto medico, anche trattandosi di alimento e rimedio naturali.

Il miele di Manuka potrebbe aiutare e lenire quel processo infiammatorio che interessa la mucosa dell’esofago. Siamo nel caso di reflusso, quando risulta essere fortemente infiammata. In questo caso, un cucchiaino di questo miele potrebbe agire da alleato della digestione e nemico dell’infiammazione.

Non solo a tavola ma anche sul viso

Utilizzato anche nella cosmesi naturale, materia decisamente meno rischiosa della medicina, questo miele alternativo sarebbe un ottimo rimedio contro:

  • acne;
  • herpes;
  • dermatiti;
  • psoriasi;
  • afte del cavo orale.

Lo possiamo già trovare presente in alcune creme, ma anche usarlo naturalmente, applicandolo per pochi minuti sulla parte interessata. Rivoluzionario e sorprendente ecco un miele che possiamo acquistare comodamente anche sul web, segnalando che si tratta però di un prodotto non propriamente economico.

Approfondimento

Ritorno all’antico con questo prodotto che sta spopolando per lavare e proteggere i capelli grazie ai suoi splendidi nutrienti naturali

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te