Questa verdura di stagione antiossidante ottima per le ossa e il cervello potrebbe ridurre il colesterolo

Il mese di novembre porterà sulle nostre tavole un vero e proprio protagonista di questa stagione, il carciofo. Nonostante questo ortaggio sia particolarmente tedioso da pulire, è entrato nei cuori sia dei grandi e dei bambini. Portarlo in tavola è infatti una garanzia per fare felici i nostri ospiti con delle preparazioni anche abbastanza semplici. Non tutti sanno però che fa anche bene alla salute. Infatti questa verdura di stagione antiossidante ottima per le ossa e il cervello potrebbe ridurre il colesterolo. Vediamo insieme più nel dettaglio quali sono i motivi per cui dovremmo comprarlo e cucinarlo.

Questa verdura di stagione antiossidante ottima per le ossa e il cervello potrebbe ridurre il colesterolo

Il carciofo è spesso associato nell’immaginario comune ai processi di depurazione. Infatti si pensa che la cianina contenuta al suo interno possa rivelarsi un modo per eliminare scorie e tossine. Questo fattore però risulta valido solo nel momento in cui si utilizzano degli integratori a base di questa verdura e non quando si consumano i carciofi stessi. Consigliamo però di non buttarci in rimedi fai da te e di consultarsi con un esperto prima di prendere qualsiasi tipo di supplemento. I carciofi però secondo l’Humanitas risultano benefici per altre ragioni.

La prima è che contribuirebbero ad abbassare i livelli ematici di colesterolo. In seguito sono anche ottimi per la loro azione di carattere antiossidante. Infatti sono noti per contrastare l’azione dei radicali liberi. Poi sono anche ricchi di vitamine di tipo B, nutrienti che contribuiscono a regolare la funzione del metabolismo. Infine il loro buon contenuto di vitamina K contribuisce al buon funzionamento sia delle ossa che del cervello. Allo stesso modo anche questa spezia popolare utile contro il colesterolo è un pozzo di antiossidanti e vitamina K.

Le possibili controindicazioni presenti in questo tipo di cibo

Un alto consumo di carciofo però potrebbe interferire con i medicinali di tipo diuretico. Infatti prima di fare dei drastici cambiamenti alla propria dieta è meglio confrontarsi con il medico. In questo modo capiremo se le modifiche apportate sono in linea con ciò che la nostra salute richiede e con le nostre terapie. Infatti cercare di arricchire la nostra alimentazione basandoci sul nostro istinto potrebbe portare ad effetti deleteri. Ad esempio tutti pensano che faccia bene, ma un eccesso di questa vitamina potrebbe portare a gravi problematiche.

Approfondimento

Questo pesce di novembre è un pozzo di omega 3 che potrebbe tenere sotto controllo trigliceridi e ipertensione

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te