Questa spezia popolare utile contro il colesterolo è un pozzo di antiossidanti e vitamina K

In diversi articoli abbiamo spiegato l’importante collegamento che intercorre fra l’alimentazione e il nostro benessere. Scegliere di inserire nella propria dieta alcuni alimenti o di eliminarli altri, infatti, potrebbero migliorare alcune funzioni del nostro organismo. Facciamo un esempio pratico: questo legume molto gustoso e popolare è un potente alleato per rafforzare la memoria. Oggi portiamo un altro caso illustrativo, sempre rimanendo su questo tema. Infatti, questa spezia popolare utile contro il colesterolo è un pozzo di antiossidanti e vitamina K. Vediamo insieme di cosa si tratta e come possiamo usarla per insaporire i nostri piatti.

Questa spezia popolare utile contro il colesterolo è un pozzo di antiossidanti e vitamina K

Stiamo parlando di una delle aromatizzazioni più in voga negli ultimi tempi, la curcuma. Questa polvere, caratterizzata dal sapore avvolgente e dal caratteristico colore tendente all’ocra, è un classico della cucina indiana. Negli ultimi tempi è diventato anche un must di quella occidentale. Questo non solo per il suo gusto, ma anche per le innumerevoli proprietà che vanta. In primis è conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Veniva infatti usata principalmente per curare i dolori di natura muscolare e articolare e ora è anche nota per contrastare il processo di invecchiamento cellulare. Poi possiede un buon quantitativo di vitamina K, utile per il processo di coagulazione sanguigna e fondamentale anche per il benessere delle nostre ossa.

Sono infine presenti la vitamina del gruppo B e C. Nel primo caso parliamo soprattutto della B6. Questa è fondamentale per decelerare l’invecchiamento, in particolare quello delle funzioni cerebrali, e per tenere alte le difese immunitarie. La seconda allo stesso modo può aiutare ad affrontare meglio i mali di stagione, riducendo le tempistiche degli episodi influenzali. Infine, il suo contenuto di fibre contribuisce a ridurre il tasso di colesterolo.

Possibili controindicazioni nell’uso della curcuma

Secondo quanto riporta l’Humanitas questo alimento però non risulta sempre del tutto privo di rischi. Infatti, può alterare alcuni processi del sangue e interferire dunque con l’assunzione di terapie anticoagulanti. Per questo prima di cambiare radicalmente la propria alimentazione è necessario confrontarsi con un medico per verificare se certi cibi sono adatti al nostro quadro clinico. Concludiamo poi con un consiglio pratico. Il suo pigmento giallo è molto resistente e se si desidera quindi utilizzare la curcuma in cucina bisogna maneggiarla con cura per evitare di macchiare irrimediabilmente i nostri vestiti.

Approfondimento

Apatia, indebolimento e dolori muscolari potrebbero essere dovuti alla carenza di questa preziosa vitamina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te