Quegli alimenti miracolosi che ci tolgono il desiderio di zuccheri e dolci

Forse non sarebbe il periodo per affrontare l’argomento: quegli alimenti miracolosi che ci tolgono il desiderio di zuccheri e dolci. “Una volta all’anno è lecito sgarrare”, dicevano i latini, adattando un po’ il detto alla nostra situazione. Parlare di cibi che inibiscono la voglia di dolci a Natale è come andare al mare e non scendere in spiaggia. Però, visto che in queste due settimane sicuramente non eviteremo di assaggiare dolci e dessert natalizi, anticipiamo i tempi. Con i nostri Esperti diamo un’occhiata a quegli alimenti che mandano al cervello il messaggio di “stop” agli zuccheri.

La lista di AHA

AHA è l’acronimo di American Heart Association, l’istituzione internazionale molto apprezzata e formata da un pool di esperti, medici e scienziati che si occupano della nostra salute. Ebbene, in una pubblicazione di AHA, è comparsa la lista dei nutrienti che inibiscono gli zuccheri:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free
  • spezie ed erbe aromatiche;
  • cibi aspri;
  • probiotici;
  • cibi con molte fibre;
  • grassi sani;
  • cibi altamente proteici.

Più da vicino

Quegli alimenti miracolosi che ci tolgono il desiderio di zuccheri e dolci trattati nello specifico con i nostri Esperti. Vediamo nel dettaglio quelli che possiamo consigliare per il nostro benessere:

  • zenzero, curcuma, aglio sono solo alcuni, ma tra i più importanti inibitori di zuccheri e del loro desiderio. Proteggono dal diabete e migliorano la qualità insulinica. Possiamo assumerli non solo come condimenti, ma anche nelle tisane o col tè;
  • mangiare un alimento aspro, come i crauti, migliora l’assorbimento dei contenuti buoni di ciò che assumiamo e previene i picchi glicemici. Unitamente ai probiotici come: kefir, yogurt greco e aceto col sidro delle mele. Questi alimenti prevengono la nascita e la riproduzione di alcuni batteri intestinali che si nutrono di zuccheri. Esercitano quindi una prevenzione alla radice, facendo sì che non creiamo nel nostro organismo le condizioni per cercare gli zuccheri.

Fibre e proteine

Gli alimenti molto ricchi di fibre, come le carote, rallentano il metabolismo, permettendo agli zuccheri presenti nel sangue di stabilizzarsi e prevenire il diabete. Così come le mele, le noci, che, oltretutto, saziano e mandano al cervello il messaggio di non chiedere ulteriore cibo. I grassi sani, come l’avocado, il salmone, lo stesso olio di oliva sostituiscono gli zuccheri quando il nostro organismo consuma energia e chiede ancora benzina. Ecco che, assumendo i grassi sani, il nostro organismo diventa un motore in grado di servirsi e bruciare solo grassi necessari al sostentamento senza intaccare i nutrienti.

Anche le proteine sono fondamentali in questo senso: una bistecca di pollo o di tacchino, ma anche di manzo, rallentano l’assorbimento di zucchero nel sangue. Attenzione però che l’opera completa sarebbe abbinare alla bistecca anche dei legumi, delle uova o gli stessi kefir e yogurt. Rinviamo i nostri gentili Lettori all’approfondimento in materia di zuccheri nell’articolo sottostante che ci mette in guardia sui rischi reali.

Approfondimento

Non dobbiamo assolutamente mangiare questi dolcissimi alimenti perché possono causarci danni al cervello

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te