Quando si mette il bicarbonato nei legumi tra ammollo e cottura perfetta

Il bicarbonato di sodio molto spesso è davvero un valido alleato. Per esempio, basta un cucchiaino di bicarbonato di sodio sciolto in acqua per facilitare la digestione e per neutralizzare l’acidità dello stomaco. E questo specie quando il pranzo o la cena sono stati troppo abbondanti.

Inoltre, il bicarbonato di sodio, sempre facendone uso di quantità moderate, è un ottimo alleato pure per la preparazione e per la cottura di alcuni cibi. A partire dai legumi, e quindi le lenticchie, i ceci ed anche i fagioli secchi.

In particolare, al fine di avere a fine cottura dei legumi morbidi la chiave sta nell’ammollo. Ovverosia, di solito la sera prima, lasciando riposare i legumi in acqua con l’aggiunta proprio del bicarbonato di sodio. Vediamo allora come.

Quando si mette il bicarbonato nei legumi tra ammollo e cottura perfetta

Nel dettaglio, per ogni chilo di legumi da cuocere, nell’acqua per l’ammollo basterà aggiungere un cucchiaino raso di bicarbonato di sodio. Quindi, una piccola quantità che apporterà i suoi benefici a fine cottura. Potendo servire a tavola dei legumi morbidi che si sciolgono in bocca.

E nello stesso tempo il bicarbonato di sodio, essendo stato aggiunto in acqua in modiche quantità, non andrà ad interferire più di tanto con il gusto dei ceci, delle lenticchie o dei fagioli secchi. Chiarito quando si mette il bicarbonato nei legumi, vediamo ora di fornire alcune importanti indicazioni per cucinare i legumi davvero alla perfezione. Praticamente da veri chef.

Come cucinare i legumi alla perfezione, dalla schiuma in cottura all’aggiunta del sale

In particolare, durante le fase di cottura occorre eliminare di tanto in tanto la schiuma che emerge sulla superficie della pentola in ebollizione. Mentre il sale, per evitare che i legumi tendano a spaccarsi, deve essere aggiunto sempre e solo negli ultimissimi minuti della cottura. Dando poi chiaramente una bella mescolata col cucchiaio di legno.

In più, ricordiamo che, dopo che l’acqua è andata in ebollizione, la migliore cottura per i legumi secchi, specie per i ceci, è sempre quella a fiamma dolce. Orientativamente, i legumi secchi, dopo la fase di ammollo con il bicarbonato di sodio, possono essere pronti in genere solo dopo un’ora di cottura calcolata a partire dall’ebollizione dell’acqua di cottura. Facendo inoltre sempre attenzione sia a girare di tanto in tanto con il mestolo o con il cucchiaio di legno, sia ad aggiungere altra acqua calda di cottura se i legumi dovessero tendere ad asciugarsi troppo.

Approfondimento

Ceci e fagioli morbidi ed altamente digeribili con un semplice ed efficace trucchetto di cottura

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te