Come pulire le valigie con prodotti naturali prima di riporle dopo le vacanze

Ogni volta che si conclude il periodo delle vacanze bisogna fare ordine. Questo implica riporre tutte le cose della spiaggia, ad esempio. Occorre trovare una sistemazione adeguata in modo da poter tenere tutto al sicuro e in ordine durante la stagione fredda. Quando sarà il momento teli da mare, sdraio, giochi per i bambini saranno come nuovi e pronti all’uso.

Una cosa che molti sottovalutano è la pulizia delle valigie. Le valigie che si usano per le vacanze, anche last minute, per i vari viaggi, devono essere pulite prima e dopo. Vedremo, quindi, come pulire le valigie con prodotti naturali prima di riporle dopo le vacanze. È un’azione necessaria per evitare spiacevoli inconvenienti.

Quando la stagione è quasi finita, occorre armarsi di un po’ di pazienza e fare queste piccole azioni, piccole faccende domestiche che possono aiutare sotto diversi aspetti per i tempi futuri. Igienizzare e preparare le valigie sarà importante per la prossima stagione di gite fuori porta e di vacanze, anche organizzate all’ultimo minuto.

Come pulire le valigie con prodotti naturali prima di riporle dopo le vacanze

La pulizia e l’igiene sono elementi essenziali per evitare la formazione di muffa e cattivi odori. La prima cosa da fare quando si torna da un viaggio è svuotare completamente i bagagli. I vestiti sporchi, soprattutto, causano cattivi odori difficili da mandare via. Subito dopo, lasciare prendere aria per un giorno intero è un ottimo modo di trattare ogni valigia.

Fatto questo, bisogna assicurarsi di togliere per bene la polvere e la sabbia. Inoltre, è essenziale guardare in tutte le tasche e togliere biglietti, foglietti ed etichette. Questi si possono rovinare con l’acqua. Il consiglio è quello di procedere prima con la pulizia delle ruote. Andrà bene usare l’aspirapolvere e poi del sapone Marsiglia.

Fatto questo, è il momento di pensare all’interno della valigia. Se ci sono delle macchie andranno benissimo acqua e sapone Marsiglia, oppure acqua e bicarbonato di sodio. Se, invece, la priorità è solamente il cattivo odore, allora basta un panno umido con qualche goccia di olio essenziale. Naturalmente dopo aver fatto queste cose la valigia va lasciata aperta a prendere aria per diverse ore. Meglio farlo all’esterno in modo che il calore del sole possa uccidere tutti i batteri.

Come fare la pulizia esterna

La pulizia esterna di una valigia richiede un po’ più di attenzione a seconda del materiale di cui è composta. Dopo un viaggio in aereo, dopo un viaggio in treno, può succedere che la valigia esternamente sia più sporca che al suo interno. Nessun problema.

Se sono bagagli rigidi, semi-rigidi o in plastica, basterà passare con un panno umido. Al massimo si può usare sia il sapone che il bicarbonato per un risultato migliore. Se, invece, la valigia è in pelle, allora è necessario usare un prodotto specifico per non rovinarla.

Infine, se si tratta di tessuto morbido, borsoni, come quelli che si usano per andare in palestra, allora è semplice. Questi si possono lavare in lavatrice a bassa temperatura con un detersivo delicato escludendo la centrifuga. In alternativa, si possono lavare a mano con acqua e sapone.

Lettura consigliata

Come ammorbidire e allargare le scarpe nuove che fanno male 

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te