Quando e come usare il forno statico e quello ventilato per non sbagliare mai più la cottura dei cibi

Il forno è senza dubbio un elettrodomestico assolutamente immancabile in cucina. Utile per cucinare antipasti, primi, secondi, contorni e ovviamente anche dolci, i cibi cotti in questa maniera sono davvero favolosi. Ma siamo sicuri di saper usare correttamente il forno? Infatti non è raro avere dei dubbi sulla modalità da utilizzare nella preparazione di un piatto. Scopriamo quindi quando e come usare il forno statico e quello ventilato per non sbagliare mai più la cottura dei cibi. Dopo aver letto questo articolo infatti non avremo più nessun dubbio.

Modalità statica

Questa tipologia di cottura irraggia il calore e cuoce la pietanza in maniera lenta ma piuttosto delicata. Dobbiamo fare però attenzione perché la cottura può risultare non uniforme. Se il calore viene emanato sia dalla parte superiore sia da quella inferiore allora appoggiamo la pietanza su una griglia al centro del forno. Se invece il calore viene emesso solo da una parte inseriamo la griglia nel ripiano più lontano.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe

Che cosa possiamo cuocere in questo tipo di forno? Nel forno statico possiamo cuocere tutte le preparazioni che contengono lievito: torte (proprio la temperatura è causa di molti problemi), pane, pizza, dolci, focacce, brioches. Usiamo questa modalità anche per le preparazioni che devono cuocere e asciugare bene sia fuori sia dentro. Per esempio quindi il pan di spagna, le meringhe e la pasta sfoglia.

E se dobbiamo preparare una ricetta che prevede la cottura statica ma il nostro forno ha solo la modalità ventilata cosa dobbiamo fare? In questo caso abbassiamo la temperatura prevista dalla ricetta di circa 20 °C. Inoltre per cuocere i lievitati e farli rimanere morbidi possiamo aggiungere una contenitore con dell’acqua sul fondo del forno.

Quando e come usare il forno statico e quello ventilato per non sbagliare mai più la cottura dei cibi

Parliamo ora del forno ventilato. Questo tipo di cottura prevede l’uso di una ventola per muovere l’aria calda all’interno del forno. In questo modo i tempi di preparazione dei cibi si accorciano. La cottura in questo caso è piuttosto veloce e uniforme. Possiamo usare questa modalità anche per cuocere più pietanze contemporaneamente.

Cosa possiamo cucinare in questa modalità? La cottura in forno ventilato è perfetta per lasciare l’interno morbido e cremoso e creare invece una crosticina nella parte esterna. Usiamola quindi per cucinare biscotti, crostate, carne e pesce, verdure, pasta al forno lasagne.

E se dobbiamo preparare una ricetta che prevede la cottura ventilata ma il nostro forno ha solo la modalità statica cosa dobbiamo fare? In questo caso alziamo la temperatura prevista dalla ricetta di circa 20 °C.

Consigliati per te