Preparato per pane e pizza ritirato dal supermercato per la presenza di una sostanza cancerogena

Almeno una volta al giorno si mangia del pane. La pizza invece la mangiamo una volta a settimana. Possiamo dire che sono forse i cibi più mangiati qui in Italia. E durante il periodo di lockdown a casa abbiamo spesso deciso di cucinare il pane o la pizza. Ecco, chi continua a farlo deve fare attenzione a questo preparato per pane e pizza ritirato dal supermercato per la presenza di una sostanza cancerogena. Il pane e la pizza possiamo farli in svariati modi, però per farli rapidamente basta acquistare un mix già preparato e il problema è risolto.

Il Ministero della Salute

Compito del Ministero della Salute è quello di inserire sul proprio sito ministeriale i vari ritiri dai supermercati. In questo modo chiunque può conoscere quali sono i cibi da evitare e può farlo leggendo attentamente il sito del Ministero. Altre volte sono gli stessi supermercati che avvisano i clienti di alcuni ritiri. Molti lo fanno all’interno della struttura affiggendo dei cartelli, altri invece lo fanno tramite il loro sito online. Insomma bisogna sempre stare a controllare per evitare di avere in casa un prodotto nocivo.

Preparato per pane e pizza ritirato dal supermercato per la presenza di una sostanza cancerogena

Ultimamente ci sono stati tanti ritiri. L’ultimo per ordine cronologico è stato il lotto di questo prodotto perché conteneva degli antibiotici. Ora ne aggiungiamo un altro, un prodotto molto usato per fare pane e pizza in casa. E stiamo parlando del “Preparato per Pane e Pizza Chef Nick Srl”. La comunicazione arriva infatti dall’azienda di produzione la Rue Flambée Srl. E la Coop ha inserito l’annuncio sul proprio sito internet. Il lotto a cui bisogna fare attenzione è il numero 160421 con data di scadenza il 16/10/2023. Nel caso in cui si dovesse avere in casa bisognerà riportarlo al negozio dove lo si ha acquistato.

Qual è la sostanza cancerogena?

Il motivo del richiamo è lo stesso che si sta sentendo da svariate settimane. Ovvero la presenza di ossido di etilene in un ingrediente. In questo specifico caso l’ingrediente che contiene questa sostanza cancerogena è la farina di semi di carrube.

Quindi se abbiamo in mente di preparare del pane o della pizza facciamo attenzione al preparato che abbiamo in casa perché potremmo creare un prodotto nocivo alla salute. E se abbiamo proprio voglia di pizza non ci resta che tornare al vecchio impasto della nonna, quando i preparati già fatti non esistevano.

Approfondimento

Da ottobre brutte sorprese per alcuni clienti di questo operatore perché arriva un aumento in bolletta

Consigliati per te