Più del salmone questo economico pesce di stagione ricco di omega 3 è ideale per un veloce primo piatto

Spesso pensiamo che per prodotti di stagione si faccia riferimento solo alle verdure. In realtà questo non è vero perché, specialmente nel mondo ittico, anche il regno animale ha la sua stagionalità. Il pesce che vedremo oggi, sebbene reperibile tutto l’anno, è particolarmente apprezzato quando pescato nel periodo primaverile. Oltre al gusto, poi, questo alimento sarebbe ricco di sostanze nutritive utili all’organismo come gli omega 3 di cui, ad esempio, è ricco il salmone. Il pesce in questione sono le sardine, o sarde, che grazie appunto agli omega 3 vanterebbe effetti benefici sul cuore e sui livelli di colesterolo.

Inoltre, più del salmone questo economico pesce ha un costo decisamente inferiore e cucinarlo è un gioco da ragazzi.

Un primo delizioso

Il piatto che vedremo oggi non è la classica pasta con le sarde di origine siciliana, ma una versione più veloce e snella.

Quello di cui avremo bisogno per preparare questo piatto è:

  • 500 g di sarde;
  • pomodorini;
  • olive nere;
  • aglio;
  • peperoncino;
  • linguine;
  • olio;
  • semi di finocchio.

Primo passaggio sarà quello di pulire le sardine dalle quali dovrà essere eliminata la testa e la lisca interna. Successivamente il pesce andrà sciacquato sotto acqua fredda per poi essere messo da parte. A questo punto in una padella facciamo scaldare dell’olio che profumeremo con aglio, semi di finocchio e peperoncino. Una volta insaporito l’olio, aggiungeremo in padella anche le olive e i pomodorini tagliati a metà.

Più del salmone questo economico pesce di stagione ricco di omega 3 è ideale per un veloce primo piatto

Lasciamo cuocere il tutto per circa una decina di minuti per poi aggiungere in padella anche le sarde che avremo precedentemente sminuzzato.

Facciamo cuocere a fiamma dolce per altri 10 minuti in modo tale che i pesci si sfaldino in cottura dando vita ad un delizioso sughetto.

Mettiamo a bollire la pasta e quando sarà a metà della cottura scoliamola direttamente nella padella. Infatti finiremo la cottura direttamente nel sugo con le sarde e in più sfrutteremo l’amido della pasta per avere un piatto ancora più cremoso.

Aiutiamoci nella cottura aggiungendo un po’ di acqua di cottura della pasta per poi trasferire nel piatto. A piacimento possiamo dare una maggiore spinta al piatto aggiungendo del pangrattato che avremo reso croccante in padella con dell’olio.

Lettura consigliata

Invece degli spaghetti alle vongole ecco come condire la pasta con un fenomenale sugo di pesce

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te