Piante e giardini sempre belli e rigogliosi quando si va in vacanza con questi 4 trucchi per innaffiare

L’estate è ormai iniziata e le ferie sono alle porte. Con il gran caldo che si prevede per questa stagione, molti lettori potrebbero chiedersi come fare per mantenere rigoglioso il proprio giardino anche da lontano. In casa ormai tantissimi usano, per abbellimento o per piacere personale, diverse piante che richiedono parecchie cure. C’è quella che dev’essere annaffiata con regolarità, quella che dev’essere concimata con esattezza, quella che ha bisogno di una cura per i parassiti, eccetera. Questi sono solo alcuni esempi.

Ovviamente le cose variano caso per caso, ma quando si va in vacanza, per avere piante e giardini sempre belli e rigogliosi bisogna comunque fare attenzione ad alcuni accorgimenti particolari. Se si vuole evitare che le proprie piante muoiano, basta agire con anticipo e prepararsi. Anzitutto, le operazioni che richiedono la presenza del proprietario dovrebbero essere fatte con le giuste tempistiche prima della partenza. Già questo è un ottimo modo per evitare sprechi e inquilini verdi che muoiono senza preavviso. Fatto ciò, ci si può organizzare con alcuni sistemi di annaffiatura automatica, in modo che le piante di casa restino sempre nutrite. Ci sono almeno 4 trucchetti che si possono mettere in atto per mantenere il giardino di casa nutrito e rigoglioso.

Piante e giardini sempre belli e rigogliosi quando si va in vacanza con questi 4 trucchi per innaffiare

Il primo metodo e il più facile da attuare è quello del cordino e sfrutta il principio dei vasi comunicanti. Basta riempire d’acqua un vasetto e porlo sfalsato, più in alto rispetto al vaso che si vuole annaffiare. Poi bisogna bagnare completamente nell’acqua un cordino di fibre naturali lungo circa un metro. A questo punto, si deve mettere un’estremità del cordino nel vasetto d’acqua, quello in alto, e l’altra estremità facendo un cerchio largo attorno alla pianta, sul terriccio. Il cordino farà da conduttore per trasportare l’acqua dal vasetto alla pianta, in maniera controllata e per diversi giorni.

Altro metodo simile è quello dei conetti d’argilla. Si vendono in tutti i negozi di articoli per la casa e per il giardinaggio. Basta riempirne d’acqua uno per vaso, e poi far “pescare” la sonda di cui ogni conetto è dotato in un barattolo d’acqua. Funzionerà in maniera simile al cordino.

Esistono poi altri due sistemi: i vasi autoirriganti e le sfere di vetro. Utilizzando un vaso autoirrigante, le piante avranno autonomamente l’acqua di cui hanno bisogno, anche quando si è lontani da casa. Invece, le sfere per irrigazione presentano un foro nella parte superiore e un piccolo beccuccio nella parte inferiore. La sfera viene riempita d’acqua e il beccuccio viene posizionato nel terreno vicino alla pianta. L’acqua defluisce quindi dalla sfera al terreno, annaffiando la pianta. Entrambi si acquistano nei negozi specializzati.

Approfondimento

Non serve essere esperti per avere un piccolo orto o giardino, spesso basta questo trucco per far crescere serenamente piante e fiori

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te