Perché sarebbe meglio non truccarsi quando si vola in aereo e la scioccante rivelazione sulle cattive conseguenze per la pelle

Esiste il make up perfetto per ogni occasione ma anche per ogni stagione. Truccarsi in inverno comporta l’utilizzo di alcuni prodotti che nella stagione calda non andrebbero bene per svariate ragioni. In estate, il sole e l’acqua di mare ci offrono l’opportunità di rinnovare il nostro trucco.

Ecco perché, per essere perfette anche sotto l’ombrellone, bisogna seguire delle regole semplici e imprescindibili. Oltre a cambiare alcuni prodotti, bisognerà anche modificare la routine quotidiana, specialmente quando si va al mare. Così si eviterà il rischio di creare problemi di pelle grassa, impurità e soprattutto di irritazione e reazioni allergiche.

Questo è anche il periodo dove ci capita più spesso di prendere l’aereo per andare in vacanza. Un’altra occasione perfetta per sfoggiare il nuovo make up, tranne che per un piccolo problema. Infatti, potrebbe scioccarci il perché sarebbe meglio non truccarsi quando si vola ad alta quota.

Tutte desiderano avere un look perfetto anche in viaggio, ma gli esperti dicono che sarebbe meglio non esagerare proprio con l’uso di trucchi. La pelle del viso, già delicata, potrebbe manifestare delle reazioni indesiderate e anche spiacevoli. In questo articolo scopriremo quali sono e come comportarci in vista di un viaggio in aereo.

Perché sarebbe meglio non truccarsi quando si vola in aereo e la scioccante rivelazione sulle cattive conseguenze per la pelle

I dermatologi hanno evidenziato che le condizioni specifiche di un volo aereo possono essere controproducenti per la nostra pelle. Ciò a partire dall’aria che circola nelle cabine, che contiene livelli molto bassi di umidità (inferiore del 20% dato OMS). Inoltre, pur essendo pressurizzata, ha una pressione più bassa dell’aria a livello del mare.

Questi due elementi comportano che al sangue arriverà meno ossigeno e che i gas all’interno del corpo si espandano. Al contempo, la carenza di umidità comporta una generale secchezza delle mucose e della pelle. Così le labbra si seccano, il naso si riempie di crosticine oppure chi ha le lenti a contatto avverte una lacrimazione insufficiente.

È questo elemento che si scontra con la presenza del trucco, che non fa altro che peggiorare la situazione. Fondotinta, blush, fard, ma anche filler e creme contro le rughe, in un ambiente secco creano una barriera per la pelle. Questa perde la capacità di ossigenarsi, mentre le ghiandole sebacee producono meno secrezioni.

Il viso risulta immediatamente più opaco e meno elastico, le rughe più evidenti e le labbra raggrinzite. Il proposito di apparire più belli si trasforma in tutto il contrario. Ecco perché si dovrebbe evitare di utilizzare tali prodotti, come anche rimmel o matite per gli occhi. Meglio sfruttare creme idratanti e BB cream che aiuteranno la pelle a mantenere una condizione armonica.

Lettura consigliata

Come truccarsi a 50 anni in 5 minuti per avere un make up naturale con viso luminoso e occhi grandi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te