Oltre ai talloni screpolati sono crampi e gambe gonfie a segnalare questa patologia già nei quarantenni

Non vi è età per alcuni disturbi che spesso non comportano neanche particolari dolori, ma che per lo più presentano fastidi che tuttavia molti sottovalutano. Purtroppo sono proprio i sintomi meno eclatanti e subdoli ad indicare la presenza di malattie che col tempo si cronicizzano con conseguenze pesanti. Si tende a sottovalutare il segnale che il corpo invia soprattutto in assenza di dolori specifici che quindi non ostacolano la quotidianità. Eppure gli esperti sottolineano che già soltanto questi 3 sintomi a 50 anni svelano che il colesterolo cattivo è alto.

Anche qualche anno prima tuttavia oltre ai talloni screpolati sono crampi e gambe gonfie a segnalare questa patologia già nei quarantenni. In realtà non vi è un’età specifica per alcuni disturbi che si potrebbero evitare anche semplicemente con un regime alimentare corretto. E purtroppo si tratta di una condizione assai comune e diffusa anche fra i più giovani che sempre prima accumulano adipe e chili di troppo. I crampi alle gambe spesso dipendono dallo scarso apporto di sangue che parallelamente causa gonfiore agli arti e indolenzimento muscolare. Oltre alla sensazione di pesantezza alle gambe, la cattiva circolazione sanguigna spiega anche la screpolatura della pelle dei talloni e il bruciore ai piedi.

Oltre ai talloni screpolati sono crampi e gambe gonfie a segnalare questa patologia già nei quarantenni

La causa prima dei problemi circolatori spesso coincide con il restringimento del lume delle arterie sulle cui pareti si depositano le placche di grasso. Per limitare i danni di una dieta non sempre equilibrata inoltre conviene pranzare e cenare a quest’ora quando ormoni tiroidei e metabolismo sono al massimo. Quando i livelli ematici di colesterolo sono alti ci si espone al rischio di ictus, infarti e trombi.

L’ostruzione dei vasi sanguigni da parte delle placche aterosclerotiche ha ricadute negative sulla pressione arteriosa e rende faticoso il pompaggio del muscolo cardiaco. Ancor più temibili di colesterolo e ipertensione sono le massa trombotiche perché  tali coaguli di sangue possono spostarsi e strozzare un vaso sanguigno. Pertanto è anzitutto l’ipercolesterolemia la patologia più silente e pericolosa che sempre più di frequente riguarda anche chi ancora non ha neanche raggiunto i 40 anni. Infatti, ecco quanto deve essere il colesterolo cattivo LDL e quello buono HDL in base all’età e quali i valori dei trigliceridi per non preoccuparsi. Con un semplice prelievo del sangue si potrebbe quindi scoprire se gonfiori, crampi e dolori articolari dipendono effettivamente da livelli elevati di grasso. In tal caso è buona norma rivolgersi al medico curante e ad uno specialista di nutrizione per pianificare un intervento immediato su più fronti.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te