Non seppia e polpo protagonisti di questa squisita ricetta ma un mollusco alleato di cuore e arterie

Dentro ognuno di noi si nasconde un piccolo chef che ama destreggiarsi tra ingredienti e fornelli per sfornare gustosissimi manicaretti.

La cucina è il regno dell’estro e della sperimentazione, dove introdurre continue novità. Limitarsi alle solite ricette note infatti diventa ripetitivo e noioso, meglio trovarne sempre di nuove.

Si può trattare di ricette semplici come questi 4 condimenti super veloci per la pasta e adatti alle emergenze. O di piatti più prelibati come un eccezionale sugo con il polpo congelato da leccarsi i baffi. La gamma di ricette da provare è davvero vasta.

Non seppia e polpo protagonisti di questa squisita ricetta ma un mollusco alleato di cuore e arterie

In questo periodo per cucinare possiamo sfruttare quelli che sono gli alimenti tipici di questa stagione. Ciò vale per gli ortaggi, ma anche per i prodotti ittici.

Questo è il periodo, infatti, in cui si tiene la pesca di un mollusco particolarmente amato da grandi e piccini: il calamaro.

Esso, oltre a essere saporito e carnoso, ha anche dei vantaggi che spesso ignoriamo. Sarebbe povero di grassi saturi, ma ricco di proteine e omega 3, preziosi quest’ultimi per la salute del cuore e delle arterie. Sarebbe bene però non esagerare con le porzioni per tenere a bada il colesterolo.

Una valida alternativa alla classica frittura di calamari, è variare preparandoli ripieni. Tanti sono gli ingredienti che potrebbero essere usati, ma quelli di questa ricetta sono una vera esplosione di gusto da non perdersi.

Ci serviranno per 4 persone:

  1. 4 calamari, freschi o congelati;
  2. prezzemolo;
  3. 2 spicchi di aglio;
  4. un pomodoro pelato;
  5. olio extravergine di oliva;
  6. 300 g di pangrattato;
  7. 2 cucchiai di uvetta;
  8. 3 cucchiai di capperi;
  9. 2 cucchiai di pinoli;
  10. 2 uova;
  11. sale
  12. 2 cucchiai di parmigiano.

La ricetta

  • Puliamo i calamari. Stacchiamone i ciuffetti e tagliuzziamoli;
  • tritiamo uno spicchio di aglio e il prezzemolo, e mettiamoli a soffriggere in una padella sul fuoco. Aggiungiamovi i ciuffetti. Facciamo cuocere per un paio di minuti, se dovessero cacciare acqua finché non si consumerà. A questo punto spegniamo;
  • in una ciotola mettiamo pangrattato, uovo, uvetta, pinoli, capperi, parmigiano, sale. Aggiungiamo l’olio coi ciuffetti e amalgamiamo bene il tutto;
  • prendiamo i calamari interi che avevamo lasciato da parte e, servendoci di un cucchiaio, riempiamoli con il nostro composto. Chiudiamone l’estremità con uno stuzzicadenti;
  • poniamo un’altra padella con un po’ d’olio sul fuoco. Caliamovi i calamari all’interno, soffriggiamoli fino a far prendere loro colore e aggiungiamo il pomodoro pelato spezzettandolo. Aggiungiamo un cucchiaio di acqua per far cuocere lentamente e un leggero pizzico di sale. Dovranno cuocere all’incirca 20 minuti. Una volta formatosi un sughetto denso, spegniamo e portiamo in tavola. I nostri calamari saranno pronti e saranno di una bontà divina, imperdibile e che vorremo replicare presto.

Non seppia e polpo protagonisti di questa squisita ricetta ma un mollusco alleato di cuore e arterie e che conquisterà completamente tutti i commensali.

Approfondimento

Ecco la ricetta di una zuppa tramandata dalle nonne che scalda il cuore nelle fredde giornate

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te