Non parmigiano né gorgonzola ma questo il formaggio che potrebbe essere mangiato anche con la gastrite e il reflusso

La gastrite è un’infiammazione delle pareti dello stomaco che colpisce uomini e donne indistintamente. È un’infiammazione caratterizzata dal classico bruciore di stomaco dopo determinati pasti e lunghi digiuni.

A chi non è mai capitato dopo un pasto di avvertire quella sensazione di pienezza, gonfiore e reflusso? Con la gastrite questi sintomi tendono ad essere spesso presenti.

I sintomi comuni della gastrite

Le persone che ne soffrono avrebbero spesso bruciori di stomaco, nausea e in alcuni casi diarrea.

La sua comparsa può dipendere da diversi fattori come la presenza di batteri, abitudini sbagliate come il fumo, l’uso di chewing-gum e in moltissimi casi ad influire negativamente è lo stress.

I sintomi della gastrite peggiorano adottando abitudini alimentari sbagliate. Alimentarsi in maniera pesante e poco variegato non fa che accentuare lo stato infiammatorio.

Non parmigiano né gorgonzola ma questo il formaggio che potrebbe essere mangiato anche con la gastrite e il reflusso

Gli alimenti che andrebbero evitati o in alcuni casi moderati sono le fritture, gli alcolici, il caffè, brodi di carne particolarmente grassi e il cioccolato.

Inoltre l’uso di formaggi stagionati in questa particolare condizione, dovrebbe essere moderata. Brutte notizie dunque per gli amanti di due grandi eccellenze italiane come il Grana Padano e il Parmigiano. Due formaggi stagionati estremamente goduriosi, ma che possono dare qualche problema alla digestione in quanto ricchi di grasso. A proposito di formaggi grassi ecco la valida alternativa, infatti, non parmigiano e stracchino ma questo il formaggio fresco magrissimo ideale con colesterolo alto e adatto alla dieta.

Meglio evitare anche quelli particolarmente piccanti e quelli fermentati come il Gorgonzola e l’Emmental.

Quali alimenti preferire?

L’alimentazione in questi casi specifici dovrebbe essere fatta con alimenti leggeri come pesce e carne magra albume. Inoltre andrebbero sempre preferite cotture magre come quelle alla griglia o le bolliture. Ideali e buonissime anche quella al vapore o al forno. Da preferire condimenti semplici e preparazioni poco elaborate come ad esempio queste veloci e leggere polpettine con carne magrissima che piaceranno proprio a tutti.

Ma niente paura per gli amanti dei formaggi, che potranno consumare quelli freschi. Un esempio la ricotta, leggerissima e di più facile digestione. Sì anche a fiocchi di latte, stracchino e robiola. Dunque, non parmigiano né gorgonzola ma questo il formaggio che potrebbe essere mangiato anche con la gastrite e il reflusso.

Questi piccoli accorgimenti seguiti e affiancati alle terapie prescritte dal medico specialista potrebbero permettere di ridurre e in alcuni casi di eliminare questa fastidiosa infiammazione che limita le scelte alimentari.

Approfondimento

Per abbassare pressione alta e prevenire malattie cardiovascolari ecco una profumatissima spezia ricca di calcio e ferro per sostituire il sale in cucina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te