Non molti sanno che questa pianta particolarissima attiva il cervello, riduce la stanchezza e aiuta la digestione

Il cervello è uno degli organi più importanti del nostro organismo. È nostro compito cercare di stimolarlo ogni giorno, attraverso le giuste attività e un’alimentazione sana e corretta.

I cibi che mettiamo quotidianamente in tavola possono rivelare molto su quale sarà lo stato di salute che avremo in futuro. Cibi e bevande possono rallentare l’invecchiamento del cervello, come questa bevanda naturale che è un vero e proprio toccasana contro Alzheimer e perdita di memoria.

Un altro aiuto che ci fornisce la natura sono alcune piante dalle proprietà prodigiose, come il coriandolo. Questa pianta contiene ferro, calcio, fosforo e potassio, e dà tantissimi benefici al nostro organismo. Scopriamo insieme come utilizzarlo e integrarlo nelle nostre ricette.

Non molti sanno che questa pianta particolarissima attiva il cervello, riduce la stanchezza e aiuta la digestione

Chi si sente particolarmente stanco o apatico potrebbe avere delle carenze di vitamine nell’organismo. È anche vero, infatti, che chi ha 50 anni dovrebbe sottoporsi regolarmente a queste 3 visite preventive per scongiurare malattie anche gravi e causa di morte ogni anno.

Spesso, infatti, soprattutto dopo una determinata età, si può avvertire una stanchezza maggiore e si può risentire anche di qualche vuoto di memoria.

Per provare a contrastare questo problema potremmo provare ad utilizzare il coriandolo. Come riporta Humanitas Research Hospital, il coriandolo sarebbe in grado di attenuare la fatica e la stanchezza fisica, ma non solo. Questa pianta riuscirebbe anche a stimolare l’attività cerebrale e ad aiutare il benessere intestinale, dal momento che, essendo un carminativo, riuscirebbe a ridurre i gas intestinali.

Sono davvero molte le proprietà benefiche del coriandolo. Ciononostante, non molti sanno che questa pianta particolarissima attiva il cervello, riduce la stanchezza e aiuta la digestione.

Come utilizzare il coriandolo in cucina

Il coriandolo è una pianta nata originariamente nella zona orientale del Mediterraneo. Di questa pianta si possono utilizzare i semi e le foglie. I semi del coriandolo ricordano i granelli di pepe ed hanno un colore tendente al giallo. Sono utilizzati soprattutto per dare un aroma fresco e profumato a cibi o a bevande. Le foglie, invece, hanno un sapore quasi piccante, e ricordano il prezzemolo.

Avvertenze

Le proprietà benefiche del coriandolo sono indiscutibili. È anche vero, però, che il suo consumo è sconsigliato per le persone che assumono farmaci neurostimolanti, per scongiurare un’eventuale combinazione degli effetti.

Queste indicazioni non sostituiscono in alcun modo il parere dello specialista. Per essere sicuri di seguire un’alimentazione sana e corretta è sempre opportuno chiedere consiglio al proprio medico di fiducia.

Approfondimento

3 alimenti nemici del cuore da evitare per tenere sotto controllo il colesterolo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te