Le cause i sintomi i rimedi naturali per le emorroidi infiammate e cosa non mangiare assolutamente per risolvere il problema

Talvolta basta esagerare con dell’ottimo cibo etnico piccante, per ritrovarsi vittime di questo fastidioso disturbo. Ed ecco che si fanno sentire i dolori, mentre si cammina o ci si siede, provocando enormi disagi. Le emorroidi infiammate sono una condizione estremamente diffusa. Si tratta infatti di un reticolo di vene nella zona perianale che tutti posseggono. Si comportano in modo simile alle varici delle gambe, e tendono quindi a dilatarsi. Come altri fastidi, anche a livello epidermico, che peggiorano con il caldo e per i quali bisogna seguire una dieta adeguata, anche le emorroidi vanno trattate su più livelli. La debolezza vasale può avere cause genetiche, ma è risolvibile.

Le cause i sintomi i rimedi naturali per le emorroidi sono temi che fanno parte di una vasta bibliografia, anche in campo erboristico. I fattori che scatenano l’infiammazione di queste vene sono i più svariati. Le creme a base di cortisone da molti anni in commercio, sono molto valide per la risoluzione rapida dei sintomi. Ma non agiscono direttamente sulle cause. Le emorroidi sono un effetto imputabile ad un sovraccarico del fegato, condizione che costringerà il corpo a liberarsi del sovraccarico di tossine. Per un effetto a catena, il fegato intossicato inficia l’efficienza dei processi di digestione e smaltimento, creando un circolo vizioso. Un intestino pigro e sindromi come quella del colon irritabile potrebbero concorrere all’insorgenza del problema.

Le cause i sintomi i rimedi naturali per le emorroidi infiammate e cosa non mangiare assolutamente per risolvere il problema

Gestire la cause dell’insorgenza delle emorroidi è il modo migliore per sbarazzarsene definitivamente. Esse sono infatti un segnale che riguarda l’esistenza di un’infiammazione sistemica, quindi generalizzata, all’interno dell’organismo. Mangiare poche fibre dandosi ad un’alimentazione totalmente raffinata, è un primo errore che si commette ai danni dell’intestino.

Per l’aumento della peristalsi e la disintossicazione dell’intestino, è necessario bere molta acqua.

Inoltre bisogna optare per abbondanti dosi di frutta e verdura fresca, utili per rifornirsi di antiossidanti. Rusco, Amamelide e Ippocastano sono rimedi che hanno un’azione vasotonica e cicatrizzante notevole, è importante assumerli in tisane o in compresse. Attenzione all’uso, pur consigliato, del Ginko Biloba se contestualmente si assumono anticoagulanti, perché potrebbe essere deleterio. Le emorroidi infiammate possono anche essere anche la conseguenza di uno stress insostenibile a livello psicosomatico.

In tal caso bisogna riconoscerne l’origine in un senso generale di stanchezza, cali d’umore e indisposizione. Contro lo stress è bene assumere in compresse o tisana l’Iperico, la Camomilla, la Valeriana e la Passiflora. Riequilibrare lo stato emozionale è necessario anche per ottenere un rilassamento dei muscoli addominali, e di conseguenza quelli anali. Questo, per favorire l’evacuazione. Le feci dure e una scarsa muscolatura rettale, purtroppo, concorrono all’insorgenza del problema. Lo sport è anche un modo molto valido per prevenire l’infiammazione, come scegliere un’alimentazione ricca di fibre, olio, ferro. Bisogna invece evitare categoricamente zucchero, pane o pasta bianchi, alcol, insaccati, merendine e snack preconfezionati. Caffè, cioccolato e crostacei, così come i formaggi stagionati e i condimenti piccanti, sono anche da limitare il più possibile.

Lettura consigliata

Come rassodare e tonificare le braccia a tendina con pochi semplici esercizi senza ricorrere alla chirurgia

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te