La mollica del pane non ha più calorie della crosta, ecco perché la tradizione sbaglia

Quanti di noi cercando di perdere peso hanno optato per il pane con più crosta? Secondo la tradizione, infatti, la crosta del pane è più calorica della mollica. In generale molti credono che per dimagrire sia necessario dire addio al pane in generale. Ciò non è vero e chi decide di continuare a mangiare questo cibo spesso non sa quale comprare.

In realtà la mollica del pane non ha più calorie della crosta, ecco perché la tradizione sbaglia.

L’origine di questa leggenda

Non è chiaro quando è iniziata a girare l’idea che la mollica del pane faccia ingrassare. Probabilmente il tutto si rifà alla consistenza stessa del pane e al suo aspetto. Una crosta spessa  e croccante fa sembrare il cibo più genuino e casereccio. Si pensa, quindi, che quella parte del cibo sia più sana. La mollica, invece, è più soffice e ricorda nella consistenza i dolci e le torte.

La mollica, inoltre, spesso piace molto di più. E viene mangiata più in fretta. Spesso, però, la società associa qualità più salutari e meno calorie ai cibi che piacciono meno. In realtà è possibile trovare cibi buonissimi ma salutari! È anche il caso del pane.

È più calorica la crosta?

La mollica del pane non ha più calorie della crosta, ecco perché la tradizione sbaglia. E la realtà è all’opposto. Se ci chiediamo se è più calorica la crosta o la mollica del pane la risposta sorprenderà molti.

La mollica, infatti, è il risultato del processo di lievitazione. Durante la lievitazione la pasta del pane cresce e si gonfia riempiendosi di aria.

Si creano, così, spazi e alveoli nella mollica. Paradossalmente, quindi, la mollica è più leggera e meno calorica della crosta. La crosta è, infatti, la parte esterna del pane, che è più dura e meno lievitata. Tutti i nutrienti e gli ingredienti sono più a stretto contatto rendendo, così, la stessa quantità di crosta più calorica.

Consigliati per te