In pochi conoscono questo trucchetto geniale per conservare il pane fresco e mantenerlo croccante a lungo

Conservare il pane potrebbe sembrare semplice all’apparenza, ma è un procedimento che nasconde molte insidie. Non è sempre facile riuscire a mantenere tutta la morbidezza e freschezza del pane appena comprato.

Se in inverno il problema più grande è l’umidità che lo fa diventare raffermo, d’estate la minaccia è il caldo. Le alte temperature possono infatti far diventare il pane troppo molle, facendogli perdere tutta la sua consistenza.

Metterlo in frigo di solito non è una buona idea, perché perderebbe le sue qualità diventando tutto molliccio. E allora cosa si può fare per mantenere il pane fresco per più tempo?

Semplice, possiamo porre fine al problema ricorrendo ad un furbo rimedio della nonna, tanto semplice quanto efficace. Ce lo spiega in poche parole la nostra Redazione.

In pochi conoscono questo trucchetto geniale per conservare il pane fresco e mantenerlo croccante a lungo

Il primo accorgimento da adottare è quello di non liberarsi della confezione originale. Il sacchetto di carta proteggerà il pane dall’umidità e dalla luce esterna.

Se per caso abbiamo buttato la busta possiamo sostituirla con un pratico portapane con la serranda scorrevole. Ce ne sono tanti in commercio e sono davvero comodi e utili.

Ma il trucchetto a cui nessuno pensa è questo: basta mettere nel contenitore dove conserviamo il pane una semplice fetta di mela o di patata.

Questi due ingredienti casalinghi garantiranno infatti il giusto grado di umidità, offrendo riparo dall’aria secca. Il pane manterrà la sua freschezza e la sua consistenza non verrà alterata.

In pochi conoscono questo trucchetto geniale per conservare il pane fresco e mantenerlo croccante a lungo.

Qualche altro suggerimento per conservarlo correttamente

Per conservare la freschezza del pane, possiamo usare in alternativa la tecnica del doppio sacchetto. Basta inserirlo prima in una busta di carta, come quella originale, poi in un sacchetto di plastica. La carta tratterrà l’umidità in eccesso, mentre la plastica lo proteggerà dall’aria che lo fa diventare raffermo.

Un’altra opzione è quella di avvolgerlo bene in un panno di stoffa morbido inumidito, possibilmente bianco. Lasciamolo quindi in un contenitore aperto al riparo dal caldo. La croccantezza originaria rimarrà inalterata.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te