Tutti lo utilizzano ogni giorno in cucina ma in pochi sanno che ne esistono almeno 10 varietà eccezionali per piatti squisitissimi

La semplice aggiunta di sale è capace di rendere perfetto o rovinare completamente un piatto. L’utilizzo ben dosato di questo composto chimico non solo serve a impreziosire di gusto le pietanze, ma talvolta anche a conservarle perfettamente. Tutti lo utilizzano ogni giorno in cucina ma in pochi sanno che ne esistono almeno 10 varietà eccezionali per piatti squisitissimi. Ecco una pratica guida ai sali più particolari e alle loro modalità d’utilizzo.

Il sale rosa dell’Himalaya

Questo primo sale è forse uno dei più semplici da reperire. È di un colore rosa molto delicato, così come il suo sapore. È un sale che ha origine dalle rocce ed è ricchissimo di calcio, zolfo e ferro. Il sapore molto leggero al palato lo rende perfetto per quasi la totalità dei cibi.

Rosso delle Hawaii

Sulla stessa scala cromatica è possibile trovare anche il sale rosso delle Hawaii. Come suggerisce lo stesso nome questo sale è di colore rosso accesso ed è ricchissimo di ferro. Ha origine da una tipologia di roccia vulcanica e il suo sapore esalta di gusto le carni grigliate e cotte al barbecue.

Il sale grigio di Bretagna

Di colore bianco sporco, questo sale esalta perfettamente il gusto delicato del pesce. È quindi perfetto per stupire gli ospiti ed è particolarmente usato nelle regioni settentrionali d’Italia. È inoltre molto povero di sodio e ha origine marina.

Nero di Cipro

Impossibile nascondere la provenienza di questo sale che origina direttamente dalle onde marine di Cipro. Il colore è dato dalla presenza di carbone vegetale. Contrasta perfettamente l’acidità della frutta e ne esalta invece la dolcezza. Ottimo quindi in abbinamento ai principali frutti.

Sale affumicato della Danimarca

Questo sale ha un sapore affumicato perfetto per pesce e primi piatti a base di uova o frittate. Quercia e ginepro conferiscono il tipico aroma affumicato che contraddistingue questo sale.

Sale Maldon, sale blu di Persia e fleur de sel

Il primo arriva dal Regno Unito ed è leggero e perfetto per preparazioni dal gusto più dolciastro. Il sale blu ha un sapore speziato ed è principalmente ottimo con le carni. Il fleur de sel proviene dalle saline di Camargue ed è raccolto manualmente. È perfetto per verdure cotte e crude.

Sale di Trapani e di Cervia

Il primo è raccolto manualmente e non è lavorato, caratteristiche che lo rendono perfetto per ogni piatto. Stesso discorso per quello di Cervia, ricco di potassio e manganese. Tutti lo utilizzano ogni giorno in cucina ma in pochi sanno che ne esistono almeno 10 varietà eccezionali per piatti squisitissimi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te