Il trucchetto semplicissimo per trasformare le solite patate arrosto o al forno in un contorno sfizioso e saporito

Un grande classico come contorno sono le patate. Piacciono praticamente a tutti e si abbinano alla perfezione con tantissime pietanze. Inoltre, sono un alimento estremamente versatile. Le possiamo infatti cucinare in tanti modi diversi. Al forno e arrosto sono perfette insieme a gustosi piatti di carne. Esistono vari sistemi per cucinarle, alcuni per farlo addirittura alla perfezione: croccanti e dorate fuori e morbide all’interno. Quando si ha voglia di qualcosa di leggero, le patate bollite sono l’ideale. Condite con un goccio di buon olio EVO, sono perfette per accompagnare piatti delicati come, ad esempio, carne bianca e pesce magro.

Le patate bollite sono la base per il purè e per un ricco e goloso gateaux. Di certo, le patatine fritte restano il modo più apprezzato da tutti per cucinare le patate. Croccanti e gustose, oltre che un ottimo contorno, sono anche uno snack che ogni tanto ci si può concedere. I bambini ne vanno matti. Ma anche gli adulti le apprezzano molto. Nonostante piacciano molto, a lungo andare, le solite patate possono stancare. A volte, però, può bastare davvero poco per dare un po’ di brio a dei piatti classici.

Un semplicissimo sugo di pomodoro, ad esempio, assumerà un tono più accattivante grazie all’aggiunta di qualche erba aromatica. A dare quella nota in più a dei piatti semplici, spesso, è un condimento particolare. Una sfiziosa vinaigrette, ad esempio, molto particolare si sposerebbe divinamente sia sulle insalate ma anche su carne e pesce. Nelle prossime righe andremo a spiegare come rendere più stuzzicanti le solite patate. Una volta scoperta la semplicità della cosa, si rimarrà stupefatti.

Il trucchetto semplicissimo per trasformare le solite patate arrosto o al forno in un contorno sfizioso e saporito

Iniziamo a vedere cosa ci occorre:

  • 500 g di patate a pasta gialla di media grandezza;
  • 100 g di basilico fresco;
  • 100 ml di olio EVO;
  • 90 g di formaggio grattugiato (a piacere Parmigiano, Grana o pecorino);
  • 20 g di pinoli;
  • 20 g di noci sgusciate;
  • sale grosso q.b.;
  • pepe q.b.

Procedimento

  1. Per prima cosa, pelare le patate e sciacquarle sotto acqua corrente;
  2. quindi, immergerle in una grossa ciotola piena d’acqua e con una manciata di sale grosso. Far marinare per mezz’ora circa;
  3. nel frattempo, dedichiamoci alla preparazione del pesto. Basterà mettere il basilico, l’olio, il formaggio e la frutta secca nel boccale di un mixer e tritare il tutto con un frullatore ad immersione fino a ottenere una purea cremosa;
  4. dopodiché, scolare bene le patate evitando di sciacquarle;
  5. asciugarle con un canovaccio di tela o di lino, tagliarle a spicchi o rondelle e sistemarle in una ciotola bella capiente;
  6. condire le patate col pesto e mescolare con grande accuratezza in modo che ogni singolo pezzo sia ricoperto dalla salsa al basilico;
  7. coprire il recipiente con della pellicola trasparente e far marinare per mezz’ora;
  8. trascorso tale periodo di tempo, procedere con la cottura: in forno oppure in padella antiaderente.

Ed ecco qui il trucchetto semplicissimo per trasformare le solite patate in un contorno da leccarsi i baffi. Volendo, potremmo usare la salsa al pesto anche per accompagnare delle semplicissime patate lesse. In questo caso, ovviamente, non serve il procedimento della marinatura.

Approfondimento

Come conservare le patate lesse ed evitare che diventino nere con una semplicissima mossa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te