Il cervello potrebbe arrestarsi all’improvviso in chi supera questi valori dei trigliceridi da temere come colesterolo e glicemia

La preoccupazione di tanti, soprattutto dopo le abbuffate natalizie, è ritornare in forma. Ma ciò che dovrebbe interessare sono anche i valori del sangue. Questi infatti dovrebbero essere controllati periodicamente soprattutto in presenza di determinati fattori, come l’età, la presenza o la predisposizione a determinate patologie.

Valori alterati del sangue potrebbero essere il segnale di dover cambiare le proprie abitudini a tavola e il proprio stile di vita. Infatti un’alimentazione ricca di grassi e uno stile di vita sedentario possono diventare la causa di numerose patologie rischiose per la salute. Ma oltre a tenere a bada i valori del colesterolo e della glicemia, è opportuno tenere a bada anche i valori dei trigliceridi.

Infatti si avranno cuore saldo e arterie pulite sotto questo valore dei trigliceridi che se ignorato fa traballare il sistema cardiocircolatorio. Tuttavia sembrerebbe che anche il cervello potrebbe arrestarsi all’improvviso in chi supera questi valori dei trigliceridi da temere come colesterolo e glicemia.

Cosa sono i trigliceridi

I trigliceridi sono grassi presenti nel sangue che vengono accumulati nelle cellule del tessuto adiposo con funzione di riserva energetica. In particolare, i grassi e gli zuccheri che si assumono con l’alimentazione vengono trasformati dall’organismo in trigliceridi. Di conseguenza se si consumano grassi e zuccheri in eccesso, anche i trigliceridi saranno in eccesso, con gravi conseguenze per la salute. Quando questo valore supera determinate soglie aumenta considerevolmente il rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari. Per conoscere il valore dei trigliceridi basta un semplice esame del sangue, a digiuno da almeno 12 ore.

Il cervello potrebbe arrestarsi all’improvviso in chi supera questi valori dei trigliceridi da temere come colesterolo e glicemia

Secondo quanto riportato dalla Fondazione Veronesi, oltre all’infarto, valori elevati di trigliceridi potrebbero addirittura provocare un ictus, ovvero una malattia grave ai danni del cervello.

Questa si manifesta a causa di una riduzione o interruzione del flusso di sangue nel cervello, potendo determinare la morte delle cellule cerebrali.

L’ictus, esattamente come l’arresto cardiaco, richiede l’immediato intervento clinico per ridurre al minimo i danni al cervello e le possibili complicanze. Le conseguenze dell’ictus talvolta sono talmente gravi da far prevedere al nostro ordinamento diverse forme di tutela. Infatti chi ha avuto l’ictus può ricevere 522 euro oltre alla pensione con soli 5 anni di contributi.

Secondo lo studio riportato dalla Fondazione, il rischio di ictus aumenterebbe fino a quattro volte in più nelle donne con un valore di trigliceridi superiore a 443 mg/dl. Mentre per gli uomini, con gli stessi valori, il rischio può raddoppiarsi.

Pertanto tenere sotto controllo i trigliceridi, seguendo una dieta equilibrata e uno stile di vita corretto, è molto importante per la salute del nostro organismo.

Un regime alimentare sano ed uno stile di vita attivo, lontano dal fumo e abuso d’alcol, sono le regole fondamentali per assicurarsi longevità e serenità.

Approfondimento

Per allungare la vita del cervello e allontanare l’Alzheimer sarebbe meglio ridurre quest’alimento tanto amato e utilizzato

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te