I 3 insospettabili cibi ricchissimi di potassio che abbattono i sintomi da carenza

In estate il caldo eccessivo e la sudorazione causano spesso una vera e propria carenza di sali minerali importanti per l’organismo come ad esempio il potassio.  Grazie a delle scelte alimentari adeguate è possibile integrare con molta facilità e gusto un minerale di cui l’organismo necessita. Vediamo allora in quali sono i 3 insospettabili cibi ricchissimi di potassio che abbattono i sintomi da carenza.

Quali funzioni svolge il potassio nel nostro organismo

Il potassio è una presente nei liquidi cellulari e regola l’eccitabilità neuromuscolare, la pressione osmotica, la ritenzione dei liquidi e la ritmicità cardiaca. Quando si verifica una carenza è possibile registrare dei veri e propri stati patologici in alcune circostanze. I principali sintomi indicativi di un insufficiente apporto di potassio nella propria dieta sono debolezza muscolare, astenia, crampi e spasmi muscolari. Talvolta si registrano anche delle aritmie cardiache attraverso una verifica elettrocardiografica. Alcuni studi scientifici evidenziano come la carenza di potassio possa procurare degli effetti negativi su alcune funzioni fisiologiche.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

I 3 insospettabili cibi ricchissimi di potassio che abbattono i sintomi da carenza

L’assorbimento del potassio nell’organismo avviene a livello intestinale. Ecco perché la fonte principale di questo minerale avviene per mezzo dell’alimentazione o di integratori alimentari. Se nell’organismo è presente una quantità di potassio superiore a quanto necessario, il corpo mette in atto un meccanismo di eliminazione attraverso i reni. Al contrario, se è presente una carenza, non esiste un meccanismo che provveda a trattenere il potassio ai valori minimi. Ecco perché in questi casi l’integrazione è fondamentale.

Agli alimenti più noti utili a integrare il potassio, se ne affiancano altri che sono altrettanto degli di nota. Uno tra questi è facilmente reperibile e popola le tavole di molte famiglie proprio in questo periodo dell’anno. Si tratta dell’anguria. Con due fette di anguria è possibile soddisfare circa il 15% del fabbisogno giornaliero di potassio. Un altro alimento significativamente ricco di potassio è l’avocado. In 100 grammi di avocado sono presenti circa 480 mg di potassio. Un adulto, in media, presenta un fabbisogno giornaliero di potassio pari a 2.000 mg circa. Per finire, un ulteriore cibo ricco di questo prezioso sale minerale sono gli spinaci. In 100 grammi di prodotto si possono trovare circa 540 mg di potassio.

Approfondimento

Ecco qual è l’ora perfetta per cenare senza ingrassare e mantenere bassi i livelli di glicemia e colesterolo cattivo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te