Ecco quanti passi al giorno potrebbero aiutare a prevenire Alzheimer e depressione oltre a diabete e cardiopatie

Che il movimento faccia bene al nostro corpo, specialmente per prevenire malattie cardiovascolari e diabete, è argomento già trattato sulla pagine di ProiezionidiBorsa. Quello che molti non sanno, però, è che l’attività fisica potrebbe fare bene anche alla nostra salute mentale. La conferma arriva dalla Fondazione Veronesi, che parla degli effetti del camminare su due malattie purtroppo molto diffuse: l’Alzheimer e la depressione. Secondo quanto riportato dagli esperti, l’esercizio fisico costante (anche fatto a ritmi non troppo elevati) potrebbe avere un grande potere preventivo su queste due malattie. Gli esperti non si limitano a riportare la notizia, ma consigliano anche come e quanto camminare per apportare benefici alla mente oltre che al corpo.

Ecco quanti passi al giorno potrebbero aiutare a prevenire Alzheimer e depressione oltre a diabete e cardiopatie

Al fine di giovare alla salute della nostra mente, basterebbe mezzora di camminata al giorno per poter dire di svolgere un allenamento efficace. Per i meno avvezzi, l’ideale sarebbe cominciare gradualmente: 1.000 passi per i primi tempi, fino ad arrivare a circa 10.000. Ecco quanti passi al giorno potrebbero aiutare a prevenire Alzheimer e depressione oltre a diabete e cardiopatie. Specialmente per quanto riguarda gli stati depressivi, sarebbe consigliabile fare movimento tutti i giorni. Questo perché l’abitudinarietà del gesto è un fattore importante in ottica preventiva. Per quanto riguarda l’Alzheimer, invece, tre camminate alla settimana costituiscono già un buon ritmo. Mantenendo tale frequenza, secondo i risultati degli studi, è possibile apprezzare una diminuzione del 50% della degenerazione cognitiva dovuta a questa malattia. Il risultato è dovuto alla diminuzione della formazione delle così dette placche di amiloide, cumuli proteici che interferiscono con le funzioni neurologiche causando l’Alzheimer.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Non solo camminare, ma anche queste attività aiutano la mente

Camminare è sicuramente l’attività fisica più pratica da svolgere a qualsiasi età. Tuttavia, non è l’unica ad aiutare la nostra mente contro Alzheimer e depressione. Tutte le attività aerobiche potrebbero dare benefici alla mente. Tra queste, per esempio: ginnastica a corpo libero, nuoto, bici, e danza. Specialmente il ballo pare avere effetti rilevanti sugli stati depressivi. Un valore aggiunto sembrerebbe essere anche fare attività con qualcuno. La compagnia può spronarci, oltre a essere di per sé un ottimo aiuto.

Dunque, l’attività fisica si conferma ancora una volta un tratto fondamentale di uno stile di vita sano a tuttotondo. Questo non significa che, da sola, può curare la malattia. Può, al più, essere un aiuto importante.

Approfondimento

Ecco quante ore settimanali d’attività fisica servono al nostro corpo prima e dopo i 65 anni.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te