È nel carrello della spesa che si fa scorta di questo antiossidante nemico del cancro 

Nonostante i numerosi passi avanti nella ricerca scientifica, molti tumori continuano ad essere letali. Ciò accade soprattutto perché non sempre fanno rumore determinando diagnosi tardive e infauste. Ecco perché i Consulenti di ProiezionidiBorsa ripetute volte hanno illustrato l’importanza di eseguire controlli periodici al fine di ottenere diagnosi precoci. Infatti, Chi ha 40 anni deve fare questi controlli salvavita per non avere brutte sorprese.

E se a questi aggiungiamo un’alimentazione equilibrata accanto ad uno stile di vita attivo, stiamo compiendo i passi per una vita lunga e serena. Si pensi ai cibi assolutamente da inserire nell’alimentazione per allontanare il tumore al seno. Gli alimenti sono fonti di vitamine e antiossidanti necessari per il benessere dell’organismo. Infatti è nel carrello della spesa che si fa scorta di questo antiossidante nemico del cancro. Quest’oggi i nostri consulenti illustreranno le straordinarie caratteristiche di questo antiossidante presente in numerosi alimenti, che potrebbe diventare un ottimo coadiuvante nelle terapie anti-cancro. Numerosi studi, infatti, hanno dimostrato che la quercetina può avere un ruolo attivo nell’inibire vari tipi di tumore, come il cancro ai polmoni, seno, colon-retto, pancreas, prostata e ovaio.

È nel carrello della spesa che si fa scorta di questo antiossidante nemico del cancro

La quercetina è considerata un antiossidante molto comune, in quanto è presente in alimenti molto diffusi sulle nostre tavole. Il miglior modo per assumere questo potente antiossidante è quello di consumare i cibi che ne sono ricchi. E per fortuna, grazie alla generosità della natura, gli alimenti che la possiedono sono numerosi. Si pensi ai capperi, alle mele rosse, alle cipolle rosse, all’uva, ai cavolini di Bruxelles, alla barbabietola e ai peperoni. La quercetina, in quanto antiossidante contrasta i radicali liberi e combatte l’invecchiamento cellulare. Ma uno studio recente ha dato speranze per il suo utilizzo come un efficace agente per il trattamento del cancro ovarico. Quest’ultimo infatti è uno dei tumori femminili più insidiosi e cattivi che, il più delle volte, manifesta i suoi sintomi quando è troppo tardi.

Secondo i ricercatori, atteso che la quercetina agisce unicamente sulle cellule tumorali, senza danneggiare quelle sane, potrebbe diventare un agente terapeutico contro questo cancro. Dai risultati è emerso, in particolare, che grazie alle sue attività antiinfiammatorie, anti-proliferative e di induzione dell’apoptosi e arresto cellulare, potrebbe inibire il cancro ovarico. Inoltre, sempre grazie ai suoi effetti, si è riscontrato che la quercetina riesce ad intensificare l’azione di altri farmaci chemioterapici. Ecco allora ulteriori motivi per arricchire la nostra tavola con frutta e verdura, cercando di diminuire con alimenti giusti il rischio d’insorgenza di mali terribili.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te