Come riciclare le stuoie mare vecchie e rotte in 4 modi geniali

Siamo nel pieno di agosto, il mese che per moltissimi significa mare, relax e vacanze. Per molti ma non per tutti, purtroppo. Alcuni di noi sono alle prese con il rientro verso casa o hanno già terminato il proprio viaggio. E immancabilmente si ritrovano la casa piena di ombrelloni, giocattoli, ciabatte, teli mare e stuoie rovinate o inutilizzabili. Il primo impulso potrebbe essere quello di buttare tutto nell’immondizia. Ma forse è il caso di fermarsi a riflettere, soprattutto quando si parla di stuoie. Perché ecco come riciclare le stuoie mare se sono rotte o semplicemente vecchie in 4 modi geniali utili per casa e giardino.

Trasformiamo la stuoia in un paralume

Molti degli oggetti che ci portiamo dietro dal mare come le infradito rotte possono rivelarsi fenomenali per risolvere alcuni problemi quotidiani. Non fanno eccezione le stuoie in legno o in bambù che con pochi passaggi possono impreziosire le nostre stanze.

Ad esempio se amiamo l’arredamento rustico possiamo trasformare la stuoia in un paralume. Farlo è semplicissimo. Prendiamo un metro e calcoliamo la circonferenza della lampada da rivestire. A questo punto armiamoci di forbici e ritagliamo la stuoia della misura giusta. Non ci resta che posizionarla e chiuderla con due punti di spillatrice.

Sono fenomenali anche in cucina

Una vecchia stuoia rovinata potrebbe darci una grossa mano anche in cucina. In primo luogo come resistente sottopentola. Per realizzarne uno ci basterà ritagliare un quadrato di stuoia e smussarne i lati con una comune lima. Se vogliamo un sottopentola ancora più resistente possiamo ritagliare due quadrati identici e incollarli uno sopra l’altro.

Altrimenti possiamo trasformarla in una serie di tovagliette per la colazione. In questo caso ci servirà una stuoia abbastanza integra. Prendiamo le nostre solite forbici, un metro e ritagliamo le tovagliette con la nostra forma preferita.

Come riciclare le stuoie mare vecchie e rotte in 4 modi geniali

L’ultima idea di riciclo creativo per vecchie stuoie la sfrutteremo per il giardino. Per metterla in pratica dovremo semplicemente smontare tutte le stecche in legno della stuoia. Ci ritroveremo davanti una serie di bastoncini di legno tutti della stessa lunghezza. Ebbene possiamo usare questi bastoncini in giardino in due modi. Il primo è quello di piantarli nei vasi e attaccarvi l’etichetta con il nome della pianta. Una soluzione utilissima soprattutto quando iniziamo le coltivazioni stagionali.

Agli stessi bastoncini potremo attaccare CD, ghirlande colorate o girandole. Non è solo un fatto estetico. Questi oggetti scintillanti terranno a debita distanza gli uccelli e gli animaletti golosi delle nostre piante.

Lettura consigliata

Non butteremo più il vecchio ventilatore rotto dopo aver scoperto queste idee di riciclo creativo

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te