Come combattere facilmente la stitichezza con la dieta e un menù speciale

L’impossibilità di evacuare più di tre volte a settimana viene definita “stitichezza”. Questo problema è spesso associato a sintomi di varia natura: mal di stomaco, meteorismo, gonfiore addominale, emorroidi.

Conosciuta con il nome di stipsi, non è un problema così raro, anzi molte persone ne sono affette. Generalmente le cause sono da ricercare in una scorretta alimentazione, vita sedentaria o altre patologie come la sindrome da intestino irritabile.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

La regolarizzazione dell’intestino e delle sue funzioni potrebbe essere un passo importante per aiutare a sbloccare il sistema. Questo è possibile grazie all’alimentazione e non solo. Come combattere facilmente la stitichezza con la dieta e un menù speciale.

Cause e sintomi

I sintomi della stitichezza, oltre alla difficoltà di liberarsi ed evacuare, sono gonfiore addominale, meteorismo, stomaco irritato e duro. A questi si possono aggiungere problemi più gravi come emorroidi, scariche diarroiche.

Le cause sono spesso da ricercarsi in stili di vita poco salutari, poco movimento e un’alimentazione che eccede in alcuni cibi. Per tale ragione, una dieta bilanciata e ricca di alcuni particolari cibi può fare la differenza contro la stipsi.

Come combattere facilmente la stitichezza con la dieta e un menù speciale

In generale, la raccomandazione più importante è avere una dieta ricca di fibre e al contempo un’idratazione sufficiente. Oltre queste due regole è bene evitare alcuni cibi considerati “astringenti”. Questi sono:

  • patate;
  • limoni;
  • carote;
  • riso;
  • banane.

In più si dovrebbero evitare alcolici, vino, formaggi a pasta molle. Tra gli alimenti che invece facilitano l’evacuazione del corpo troviamo la verdura, cotta o cruda.

Ottima abitudine mangiarla almeno due volte al giorno. Preferibilmente broccoli, spinaci, fagiolini, carciofi, zucchine. Sono perfetti minestroni caldi passati e resi cremosi.

Ottimo rimedio anche la frutta. I kiwi, a digiuno, sono un aiuto miracoloso per questo problema. Consumare poi pesche, fighi, prugne e albicocche, sia fresche che cotte.

Da citare anche i cereali integrali e i legumi per un giusto apporto di fibre. Devono essere ben cotti e i legumi messi in previo ammollo.

Infine lo yogurt. I fermenti lattici contenuti nello yogurt o nel latte fermentato possono favorire il corretto funzionamento dell’intestino.

Ovviamente, per casi importanti di stitichezza, il medico e il suo consulto sono fondamentali. Inoltre, nella scelta degli alimenti questa non deve mai andare contro un apporto equilibrato di nutrienti. È bene, in presenza di stitichezza, consumare almeno 5 pasti al giorno che rispettino la propria fisicità e il proprio fabbisogno. Ecco perché un menù speciale, ma ponderato è capace di combattere il problema.

Ecco alcune ricette consigliate:

  • frullati di frutta con yogurt e miele;
  • vellutate di ceci e zucca, zucca e porri;
  • salmone all’olio con verdure cotte;
  • farro con cavolo nero.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te