Che sia tè verde, nero o bianco, ecco le temperature corrette e il tempo giusto d’infusione per una bevanda perfetta

Il tè è una delle bevande più antiche del Mondo e certamente oggi la più diffusa. Ce ne sono di diversi tipi, ma pochi sanno che ogni tè ha bisogno della sua temperatura e del suo tempo di infusione. Molti, al contrario, trattano i diversi tipi di tè tutti allo stesso modo. Esistono due tipi di tè, uno di origine cinese, l’altro di origine indiana. Oltre ad una tradizione, nei Paesi orientali è ritenuta anche una bevanda salutare. Si dice infatti che è meglio restare tre giorni senza cibo piuttosto che un solo giorno senza tè.

Il tè della Cina poi passò anche in Giappone, dove fu talmente apprezzato da crearne una cerimonia particolare. La cerimonia del tè ormai fa parte delle tradizioni giapponesi. Si prepara seguendo un rituale ben preciso con uno dei tè più pregiati. Parliamo del tè matcha, una qualità superiore del tè verde. In effetti, come detto, esistono nel Mondo diverse varietà di tè, che sia tè verde, nero o bianco. La varietà più diffusa è il tè nero. Le sue foglie si lasciano seccare naturalmente e poi si arrotolano. Dopodiché comincia la fermentazione, un processo che ossida le foglie e che dura diverse ore. Poi seguono la tostatura e l’essiccazione.

Al tè verde invece si evita la fermentazione. In questo modo si mantengono intatti gli enzimi e i polifenoli. La varietà del tè verde matcha sarebbe quella più pregiata e più ricca di sostanze benefiche. Un’altra varietà, molto apprezzata soprattutto in Cina, è il tè bianco. Questo viene trattato al vapore, per evitare che le foglie perdano le sostanze nutritive a causa dell’ossidazione. Subisce poi una leggera fermentazione e l’essiccamento. È un tè molto delicato e dal gusto morbido.

Il tè oolong e il pu-erh

A questi si aggiungono altri tre tipi di tè. Il te oolong, le cui foglie fermentano solo per breve tempo. Per poi seguire la tostatura e l’essiccazione. Il tè giallo, che si trova in alcune zone della Cina. Le foglie di quest’ultimo vengono prima tostate e poi essiccate. In seguito, vengono riscaldate e fatte fermentare brevemente. Infine il pu-erh, che segue un processo simile al tè giallo, solo che la fermentazione è più lunga.

Che sia tè verde, nero o bianco, ecco le temperature corrette e il tempo giusto d’infusione per una bevanda perfetta

Ogni tè richiede la sua temperatura e i suoi minuti d’infusione per ottenerne il meglio. Il tè nero si prepara con acqua a 100 gradi e infusione per 2 o 3 minuti. Il tè oolong ha bisogno di circa 82 gradi e 2 o 3 minuti d’infusione. Per il tè verde, poi, ci vogliono 78 gradi e 1 o 2 minuti di permanenza in acqua. Il tè giallo richiede 72 gradi e un’infusione da 3 a 6 minuti. Il tè bianco invece s’infonde a 66 gradi per 1 o 2 minuti. Rispettando queste temperature il tè risulta leggermente acido, come dovrebbe, e se ne ottengono le sostanze migliori.

Approfondimento

Eviterebbe coaguli nel sangue e ridurrebbe grasso e colesterolo questo portentoso tè che però pochi conoscono

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te