Brutte sorprese se prima delle analisi non si adottano questi 3 comportamenti che molti ignorano

Seguire un regime alimentare equilibrato, esercizio fisico e stile di vita sano sono le tre regole per assicurarci uno stato di benessere fisico e mentale. Ovviamente si dovranno aggiungere esami e controlli ordinari per verificare il proprio stato di salute. Ad esempio chi ha 60 anni deve fare questi controlli per una vita longeva e felice. Tuttavia l’estate e le festività in generale creano qualche scombussolamento anche ai soggetti più ligi. Questo perchè si è più propensi a fare qualche sgarro e quindi sicuramente tanti aperitivi, cene e anche l’attività fisica sarà stata messa da parte.

Ma chissà quanti si sono ripromessi di mettersi a dieta dopo ferragosto, di riprendere tutte le attività fisiche e di eseguire tutte le analisi. Queste ultime sono molto importanti ed è fondamentale eseguirli almeno una volta all’anno per verificare la funzionalità e lo stato di salute dei nostri organi. Ma prima di fare controlli post abbuffate potrebbero arrivare brutte sorprese se prima delle analisi non si adottano questi 3 comportamenti che molti ignorano. Infatti molti di noi, in vista degli esami del sangue, spesso assumono comportamenti del tutto errati. Pertanto i Consulenti di ProiezionidiBorsa illustreranno di seguito cosa fare e non fare prima di sottoporsi ai prelievi.

Brutte sorprese se prima delle analisi non si adottano questi 3 comportamenti che molti ignorano

Le analisi del sangue sono fondamentali per monitorare il nostro stato di salute e per tenere sotto controllo l’eventuale insorgenza di disturbi. Si pensi ai valori alti di colesterolo cattivo, di trigliceridi e/o di glicemia. Una volta effettuati, vanno sottoposti al proprio medico per valutare lo stato fisico. Per chi è in buona salute, sono consigliati almeno una volta all’anno. Quindi se a fine estate si desidera tornare alle vecchie abitudini quotidiane, iscriversi in palestra o iniziare un regime dietetico, eseguire le analisi è una buona idea.

Prima del prelievo è importante mantenere il regime dietetico abituale, senza però eccessi. Fare i “bravi” solo per qualche giorno prima degli esami non giova alla nostra salute, se poi si ritorna alle abitudini sbagliate di sempre. Sarebbe come prendersi in giro. Attraverso gli esami si valuta lo stato di salute attuale e si rimedia laddove ce ne sia bisogno. Bisognerà inoltre assicurarsi che dalla cena fino al prelievo trascorrano almeno 12 ore di digiuno, durante il quale si può bere acqua senza esagerare. Evitarsi un’intensa attività fisica almeno il giorno prima del prelievo, che potrebbe alterare valori di emoglobina e globuli rossi.

Infine, per coloro che assumono integratori o farmaci, sarà opportuno chiedere al proprio medico se sospenderli o meno. Comportamenti sbagliati prima del prelievo, potrebbero determinare risultati sfalsati da indurre anche il medico in errore. Quindi, se non si vuol rischiare di ripetere gli esami, basterà attenersi a piccole e semplici regole.

Approfondimento

Oltre a debolezza e pallore, sono unghie e capelli fragili che possono indicare questa patologia 

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te