Altro che arance e mandarini, tra gli agrumi il più ricco di Vitamina C è proprio questo

Sicuramente ci sarà capitato di beccarci l’influenza o un semplice raffreddore invernale. Puntualmente le nostre nonne e mamme ci avranno detto di bere tanta spremuta di arancia. Così ci saremmo ripresi più in fretta e avremmo innalzato le difese immunitarie.

C’è da dire che non avevano assolutamente torto, le arance sono un’ottima fonte di Vitamina C. Questa vitamina, più precisamente chiamata acido ascorbico, ha forti poteri antiossidanti. Aiuta l’organismo a prevenire anche il rischio di tumori e innalza le barriere del sistema immunitario. Quello che però non tutti sanno è che gli alimenti più ricchi di Vitamina C non sono gli agrumi. Abbiamo stilato la lista nell’articolo ”Ecco dove si trova la vitamina C negli alimenti. E l’arancia non è in prima posizione”.

Altro che arance e mandarini, tra gli agrumi il più ricco di Vitamina C è proprio questo

Succo d’uva, ribes e kiwi sono tra la frutta più ricca di Vitamina C, ma se non li amiamo particolarmente cosa mangiare? Ecco gli agrumi contengono tutti buone fonti di acido ascorbico, ma non è l’arancia che dovremo scegliere.

Infatti non tutti sanno che l’agrume più ricco di Vitamina C sarebbe la clementina. Questo frutto che somiglia molto al mandarino nasce dall’innesto tra mandarino e arancio amaro. Dalla forma più tonda e non schiacciata come i mandarini, le clementine sono dolci e delicate. Bisognerebbe conoscere questi 3 indizi per assicurarsi le migliori clementine del cesto, ma soprattutto controllare la buccia.

Anche se tutti gli agrumi apportano vitamine, minerali e fibre la clementina è più ricca di Vitamina C. Se per il mandarino abbiamo un valore di 42 mg (ogni 100 gr), la clementina ha ben 54 mg (ogni 100 gr). Quindi se vogliamo assumere più Vitamina C la nostra scelta dovrebbe ricadere sulle clementine.

Attenzione a non esagerare

Questo frutto di stagione si trova in abbondanza sulle nostre tavole, però attenzione a non abusarne. Infatti come afferma l’autorevole sito Humanitas un eccesso di acido ascorbico potrebbe causare mal di testa, bruciori di stomaco o crampi addominali. Ma anche improvvise vampate di calore, vertigini o debolezza.

Quindi facciamo attenzione a non abbuffarci troppo di clementine in questo periodo natalizio. Ricordiamoci che il fabbisogno giornaliero di Vitamina C è per gli uomini di circa 90 gr. Mentre per le donne di circa 70 gr, quota da aumentare se si è in stato di gravidanza. Consultiamo sempre il medico nel caso dovessimo trovarci davanti ai sintomi elencati in precedenza.

Insomma, chi l’avrebbe mai detto, altro che arance e mandarini, tra gli agrumi il più ricco di Vitamina C è proprio questo. Ora sappiamo che se vogliamo davvero assumere più Vitamina C mangiando agrumi, meglio scegliere le gustose clementine. Non solo mangiandole fresche come frutta, perché non preparare il famoso gelo alle clementine siciliano?

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te