6 esercizi per allenare la memoria e prevenire demenza e invecchiamento cerebrale

Quando si parla di esercizio la maggior parte delle volte si fa riferimento al fisico. Piegamenti e addominali sono importanti per mantenersi in salute, ma non sono l’unica forma di allenamento. Anche il cervello necessita di esercizio costante per restare attivo.

Potenziare la nostra mente non è importante solo per rispondere più rapidamente agli stimoli esterni. Di fatto aiuta anche a prevenire l’insorgere di alcune malattie gravi, come la demenza senile. A questo proposito la nostra Redazione ha scoperto l’utilità di 6 esercizi per allenare la memoria e prevenire demenza e invecchiamento cerebrale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Il Memory Enhancement Program

Le attività proposte si basano sugli studi della dottoressa Cynthia Green, una delle maggiori esperte mondiali in salute cerebrale. Gli esercizi fanno parte del programma da lei ideato, chiamato “Memory Enhancement Program” e forniscono un aiuto pratico per rinforzare la memoria. Nel paragrafo seguente cercheremo di spiegarne in breve alcuni illustrandone il funzionamento.

6 esercizi per allenare la memoria e prevenire demenza e invecchiamento cerebrale

Per il primo esercizio avremo bisogno di alcuni fogli di carta e pennarelli colorati. Dovremo scrivere i nomi di diversi colori, evitando di associar ciascun nome al colore che lo rappresenta. Per esempio scriveremo “blu” col pennarello arancione, “nero” con quello giallo e così via. Lo scopo è quello di allenare la velocità di lettura senza correggere i presunti errori.

Il secondo esercizio prevede di scrivere un racconto utilizzando solamente 7 parole. Sembra difficile, ma ci permetterà di usare la fantasia per esprimerci al meglio.

Proseguiamo poi cercando di utilizzare la mano debole per le semplici azioni quotidiane come scrivere, mandare sms o mangiare. Ci aiuterà a sviluppare la concentrazione necessaria per compiere ogni gesto.

Il prossimo è un esercizio di matematica. Nello specifico dovremmo partire da una cifra alta e poco alla volta sottrarre sempre lo stesso numero. L’obiettivo è arrivare allo zero nel minor tempo possibile.

Il gioco successivo è forse il più divertente. Consiste nell’osservare una foto o un disegno per circa 30 secondi, nasconderlo e scrivere su un foglio tutti i particolari ricordati. È perfetto per allenare l’attenzione verso i dettagli.

Concludiamo con un esercizio di velocità. Chiediamo a qualcuno di disegnare uno schema con dei simboli che si ripetono in sequenza casuale. Ne prendiamo uno come riferimento e il più velocemente possibile cerchiamo di indovinare quante volte appare.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te