Un’ora al giorno di questa attività al chiuso o all’aperto potrebbe ridurre il colesterolo cattivo e trigliceridi

Sentirsi bene e in forma oltre a gratificarci quando ci guardiamo allo specchio ci rende molto più sicuri nei rapporti con gli altri. Stare bene con sé stessi infatti equivale a stare bene con ed in mezzo agli altri. È un’arma vincente in tutti i tipi di relazione, soprattutto quella con sé stessi. Volersi bene e avere cura di sé pertanto è fondamentale. Per fare ciò dovremmo cominciare dalla tavola, seguendo un’alimentazione sana ed equilibrata, soprattutto dopo aver raggiunto una certa soglia d’età. Per esempio contro gli zuccheri nel sangue e le placche nelle arterie ecco un piatto colmo di vitamina D e K.

Infatti dopo gli “anta”, cominciano i piccoli disturbi legati alla digestione e gli esami abituali per controllare i valori di colesterolo e glicemia. Sono questi infatti i valori che quando cominciano a sballare creano non poche preoccupazioni. A tal proposito con diabete e colesterolo alto tra 40 e 50 anni questo esame preventivo allunga la vita.

Ma oltre all’alimentazione è molto importante anche un po’ di sano sport. Sembrerebbe, da studi scientifici, che un’ora al giorno di questa attività al chiuso o all’aperto potrebbe ridurre il colesterolo cattivo e trigliceridi.

Gli studi

Sembrerebbe che lo yoga possa ridurre i valori del colesterolo cattivo. In particolare secondo uno studio, lo yoga potrebbe contrastare i livelli elevati di lipidi nei pazienti con diabete. Ciò in quanto è un’attività che mette insieme esercizio e allenamento per la gestione dello stress. Lo studio ha suddiviso in gruppi di controllo e di yoga centinaia di pazienti con diabete di tipo 2 con dislipidemia, per 3 mesi. Al gruppo di controllo sono stati prescritti farmaci ipoglicemizzanti orali mentre l’altro gruppo pur assumendo i farmaci, ha praticato lo yoga per un’ora al giorno. Al termine dei 3 mesi è emerso che il gruppo di yoga ha mostrato una diminuzione di colesterolo cattivo e trigliceridi. Nonché un miglioramento del colesterolo HDL.

Secondo un altro studio, lo yoga potrebbe avere benefici anche nei pazienti con malattia coronarica. In particolare si tratta di una metanalisi che ha raggruppato vari studi che hanno valutato gli effetti benefici dello yoga nei pazienti con malattia coronarica. Dai riscontri sono emersi livelli di trigliceridi, colesterolo, massa corporea e pressione sanguigna significativamente migliorati. Lo yoga pertanto potrebbe apportare benefici importanti anche nei pazienti con malattie coronariche.

Un’ora al giorno di questa attività al chiuso o all’aperto potrebbe ridurre il colesterolo cattivo e trigliceridi

Pertanto praticare yoga oltre ad apportare benefici alla sfera psicologica dona effetti benefici al nostro corpo. Infatti ridurre lo stress comporta benefici alla salute del cuore e aiuterebbe a favorire anche una sana digestione attraverso varie posture. Anche se gli studi sono ancora pochi, le premesse per considerare la correlazione tra yoga e riduzione di colesterolo cattivo sono promettenti. Quindi se stiamo cercando un’attività, lo yoga oltre ad aiutarci a ridurre lo stress potrebbe abbassare il colesterolo cattivo, favorendo così anche la salute cardiovascolare. Se preferiamo qualcosa di più attivo, sembra incredibile ma quest’attività potrebbe rigenerare cervello e memoria lo dice la scienza.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te