Un verme parassita pericoloso per noi amerebbe questa comune pianta da giardino

Il mondo dei parassiti pericolosi potrebbe sembrare a noi lontano. Dopotutto, molte malattie e lesioni parassitarie un tempo comuni oggi sono molto più rare nei Paesi sviluppati, o addirittura sono state debellate. Quando le parassitosi avvengono, generalmente ci si può liberare in fretta degli sgraditi ospiti grazie a un pronto intervento medico. Ma attenzione, perché in realtà alcuni parassiti si nascondono molto vicini a noi, e se non li conosciamo rischiamo di esserne infettati. Un esempio comune è la dermatite da cercarie che molti contraggono dopo un bagno in acque dolci, che però si risolve quasi sempre da sola.

C’è un altro verme parassita che invece potrebbe causare seri danni al nostro corpo, e che si nasconde in una pianta che spesso consumiamo inconsapevolmente.

La Fasciola hepatica andrebbe ad annidarsi nel fegato e nelle vie biliari

Stiamo parlando della Fasciola hepatica, un piccolo verme che appartiene alla grande classe dei trematodi. Questo esserino raggiunge una lunghezza massima di circa 4 centimetri, ma nonostante le sue ridotte dimensioni può fare moltissimi danni. Se le larve venissero accidentalmente ingerite, infatti, il parassita andrebbe a perforare le pareti dell’intestino e ad annidarsi nel fegato, fino a raggiungere i dotti biliari, con sintomi tutt’altro che piacevoli. Potrebbero manifestarsi infatti dolore addominale, nausea, vomito e stati febbrili. La parassitosi può colpire anche ovini o altri animali erbivori, specialmente quelli che si nutrono di una pianta in particolare.

Un verme parassita pericoloso per noi amerebbe questa comune pianta da giardino

La pianta in cui spesso si annidano le larve di questo verme è l’amatissimo nasturzio, comune negli ambienti umidi e anche nei nostri giardini. Oltre che ornamentale, il nasturzio è anche utilizzato nell’alimentazione, dato che tutte le parti della pianta sono commestibili. I fiori sono abitualmente consumati in alcune regioni d’Italia e dal nasturzio si producono anche delle specie di ‘capperi’, oltre che utilizzare le foglie per condire insalate e piatti freddi. Purtroppo, però, il nasturzio è una delle piante preferite delle larve della Fasciola hepatica. Se ingeriamo una pianta contaminata, ecco che potremmo subire una parassitosi. Potremmo ritrovarci un verme parassita pericoloso per noi all’interno del fegato.

Fortunatamente l’infezione si può combattere con farmaci o con interventi mirati. Per prevenire però qualsiasi rischio, sarebbe opportuno non consumare il crescione, o per lo meno cuocerlo prima di consumarlo. Purtroppo dobbiamo ancora fare i conti con i parassiti, che sono tra gli organismi che hanno avuto più successo nella storia dell’evoluzione.

Lettura consigliata

Questi parassiti vivono sulla nostra faccia senza che ce ne accorgiamo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te