Un rimedio economico per ridurre gli inestetismi da cellulite e avere gambe leggere e lisce in spiaggia, anche dopo i 50 anni

La cellulite è un problema che affligge la maggioranza delle donne, e non per una questione di peso, poiché ne soffrono anche ragazze magrissime. L’adiposità localizzata non è solo un estetismo che crea disagio a coloro che lo hanno, ma è da considerarsi una vera malattia, anche se non grave.

Da non confondersi con una normale ipotonia dei tessuti, la PEFS, ovvero la Panniculopatia Edemato Fibro Sclerotica è un disturbo che necessita cure adeguate.

Non si tratta, sia ben chiaro, di un disturbo invalidante, ma è pur sempre considerata una patologia e come tale va trattata, anche su consiglio del medico di fiducia. Lui saprà certo consigliare al meglio.

A partire dall’alimentazione. Infatti, per combattere la cellulite dall’interno, è importante prediligere cibi ricchi d’acqua, antiossidanti e sali minerali utili, con un peso calorico moderato.

Fortunatamente, esiste un rimedio economico per ridurre gli inestetismi da cellulite, basta avere la costanza di seguirlo per un paio di settimane.

Nella cellulite, definita una problematica di genere perché colpisce quasi esclusivamente le donne, la componente ormonale è preponderante. Gli estrogeni infatti, favoriscono ritenzione idrica, accumuli adiposi e sindrome premestruale, oltre a essere responsabili di ciò che definiremmo “femminilità”.  Senza dimenticare la sua origine genetica, la cellulite nasce da uno squilibrio del microcircolo che causa un ridotto afflusso di sangue nutritivo e ossigenante. Questo permette l’accumulo di adipe localizzata. Tra tanti prodotti commercializzati per combattere la cellulite, come fanghi e lozioni, orientarsi è davvero una giungla.

Un rimedio economico per ridurre gli inestetismi da cellulite e avere gambe leggere e lisce in spiaggia, anche dopo i 50 anni

Il più delle volte non si tratta di preparati particolarmente economici. Inoltre, nell’immediata assenza dei risultati sperati, si tende a scoraggiarsi e non perseguire con tecniche che potrebbero rivelarsi vincenti.

Questo rimedio va ad agire sull’inestetismo, non sulle cause cliniche della cellulite. Non deve pertanto intendersi come sostitutivo del parere del medico. Nonostante ciò può avere un’efficacia migliorativa evidente e di lunga durata, tranne che sulle persone che conducono una vita palesemente malsana. È fondamentale il movimento. Con questo metodo e possibile depurare e drenare le zone interessate da buccia d’arancia. Se però si continua a introdurre tossine nel proprio corpo, tutto diventa inutile. Il metodo va eseguito quotidianamente. Anzitutto, è necessario bere un abbondante bicchiere d’acqua tiepida al mattino, appena svegli.

Poi bisogna imparare a massaggiare le zone colpite da cellulite. L’ideale è una spazzola con impugnatura e grossi denti in silicone, non molli ma non eccessivamente duri, facile da reperire e poco costosa. Il movimento deve essere circolare, come una carezza uniforme. La cosa migliore è esercitare una pressione che non sia eccessiva, per preservare i capillari. Per facilitare l’operazione si può usare un olio per il corpo o una crema idratante, questo è facoltativo. Il segreto per un successo assicurato è la costanza. Bisogna dedicarci del tempo ogni giorno. Con questa tecnica il microcircolo più superficiale, adeguatamente stimolato, produce un vantaggio estetico più che apprezzabile, in base alle caratteristiche di partenza. Ricavarsi un’ora di relax davanti alla televisione o in compagnia di un buon libro, è sicuramente il modo migliore per svagarsi e regalarsi una coccola di bellezza.

Lettura consigliata

Coltivare questa pianta economica e prodigiosa, utile per mille motivi e non solo per le punture di zanzare o la crescita dei capelli

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te