Un budino alla piemontese, il bunet

Il budino è sicuramente uno dei dolci principe della cucina italiana. Prodotto in vario modo in tutta Italia, ogni regione ha la sua variante e il suo modo di prepararlo, secondo le ricette della tradizione. Oggi si parlerà di un budino alla piemontese, il bunet.

Composizione

L’origine della parola bunet è ignota. Fonti più accreditate fanno risalire il termine “bunet” al cappello in dialetto piemontese. Lo stampo del budino infatti somiglia a un cappello che viene portato sulla tavola con tutti i riguardi del caso.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Un’altra versione sulla sua origine sostiene che sia un “cappello” per coloro che finiscono il pasto e vogliono deliziare il loro palato con un dolce della tradizione. Come il crème caramel, il bunet si prepara esclusivamente a bagnomaria, con la panna di latte fresco o il latte intero.

Ecco come preparare un budino alla piemontese, il bunet.

Un budino alla piemontese, il bunet

Per preparare il budino serviranno:

a) Cinque uova intere;

b) 1\2 litro di latte intero;

c) Cinque cucchiai di zucchero;

d) Tre cucchiai di cacao in polvere;

e) 200 gr di amaretti;

f) 60 ml di rum o Fernet;

g) 100 gr di zucchero semolato;

h) Un cucchiaio di acqua;

i) Amaretti per guarnire.

Riscaldare il forno a 180° in modalità statica, servirà per dopo. Frullare gli amaretti, devono diventare una farina. Unire quindi zucchero, cacao e mescolare tutto per bene.

Aggiungere quindi le uova, il rum e il latte. Se il composto sembrerà troppo liquido è normale.
Preparare il caramello in una pentola antiaderente. Mettere zucchero e acqua assieme e aspettare che il composto diventi ambrato. Quando sarà pronto, si metta nello stampo da budino e versare dentro il preparato di latte e uova.

Prendere lo stampo e metterlo in un altro stampo più grande, riempito di acqua. Il bunet infatti cuoce a bagnomaria nel forno per cinquanta minuti.

Quando il tempo sarà passato, sfornare il budino e guarnirlo di amaretti sbriciolati sulla superficie. Se si volesse proprio renderlo più goloso, aggiungere della panna montata.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te