Toccasana per fegato e reni ma non per chi ha queste patologie

Torniamo a parlare dei benefici di alcuni cibi. Ma parliamo anche di quando un cibo andrebbe evitato. Una dieta sana è fondamentale, ma ci sono alcuni cibi che magari non sono indicati se si soffre di alcune patologie. Come ad esempio gli asparagi che non sono indicatissimi in questi casi.

Una dieta sana deve avere una forte base vegetale: infatti bisogna assumere verdura, frutta, frutta secca, cereali, derivati dei cerali e semi oleosi. Se poi si è onnivori allora si inserirà il consumo di carne rossa o bianca e di pesce.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Toccasana per fegato e reni ma non per chi ha queste patologie

D’estate si tende a mangiare tanta frutta. Questo perché la frutta estiva è sempre molto fresca, imperdibili infatti sono le macedonie estive. Una vera delizia.

Oltre alla macedonia, d’estate il piatto più gettonato è sicuramente melone e prosciutto. E adesso vediamo un altro frutto, che si mangia però verso settembre, super di tendenza che fa benissimo al nostro organismo, ma in alcuni casi no.

Un vero toccasana per fegato e reni ma non per chi ha queste patologie. L’uva nera è un frutto veramente fantastico perché ricco di acqua e con pochissimi grassi. Ha tantissime vitamine, fibre, ferro e tantissimi antiossidanti.

Effetto depurativo e detox

Quest’uva ha un potere depurativo e detox, grazie agli antiossidanti. E gli organi che hanno più benefici sono proprio il fegato, i reni e l’intestino.

Ma non solo, perché anche la pelle ha i suoi benefici. Infatti gli antiossidanti dell’uva nera prevengono l’invecchiamento cellulare. L’uva nera controlla anche il colesterolo, grazie a un antiossidante che previene l’ossidazione delle molecole LDL, il resveratrolo.

Tuttavia, dato che l’uva nera ha molti zuccheri si sconsiglia a chi soffre di glicemia alta o è diabetico.

Approfondimento

Pochi sanno che bisogna inserire questa verdura nella dieta per trattare questa insufficienza.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te