Svelato il segreto per un caffè buono e cremoso come al bar e le 2 semplici mosse per realizzarlo a casa

Il caffè è un vero e proprio rito sacro per noi italiani. Ogni momento è buono per sorseggiarne una tazzina calda. La mattina, appena svegli, il suo intenso profumo è l’ideale per farci partire carichi ed affrontare la giornata con la giusta dose di energia. Ma il caffè non si beve solo la mattina a colazione. Nel corso della giornata, sono tanti i momenti in cui se ne degusta una chicchera, ad esempio mentre ci si concede una pausa dallo studio o dal lavoro. Sempre più persone, ormai, in casa hanno la macchinetta a cialde. I più tradizionalisti, invece, utilizzano ancora la classica moka.

Il caffè del bar, però, ci sembra sempre più buono. Servito ancora fumante in una tazza bollente, è molto invitante. Senza dimenticare quella caratteristica cremina che si forma in superficie. Molto golosa, rende il gusto della bevanda avvolgente e vellutato. Ovviamente, non sempre si ha la possibilità di andare al bar per bersi un caffè. Per motivi pratici, di tempo ed anche economici. In molte parti d’Italia, ormai, un semplice caffè costa 1,00/1,20 euro. Ma come mai il caffè del bar è sempre così cremoso? Possiamo riuscire a replicarlo anche noi a casa? In questo articolo parleremo proprio di questo e faremo scoperte davvero interessanti.

Svelato il segreto per un caffè buono e cremoso come al bar e le 2 semplici mosse per realizzarlo a casa

Il caffè del bar è cremoso per una concomitanza di fattori. Anzitutto, molto dipende dalla temperatura dell’acqua, che va mantenuta costante attorno ai 90 gradi circa. Inoltre, molto dipende anche dalla composizione della miscela usata. Più è arabica e robusta e più il caffè ottenuto sarà cremoso. Infine, un altro fattore riguarda la pressione, che deve essere di almeno 9 atmosfere. Un valore che riescono a raggiungere solo le macchinette espresso del bar o quelle per casa, se di ottima qualità. Giusto per dare l’idea, la classica moka arriva soltanto a 1,1 atmosfere.

Premesso ciò, possiamo comunque preparare un delizioso caffè con tanto di cremina anche a casa. Nelle prossime righe spiegheremo il semplice passaggio da fare. Una volta caricata la moka e messa sul fuoco, versare un cucchiaino di zucchero in ogni tazza. Non appena il caffè comincia a salire, raccogliere le prime gocce di caffè e versarle nelle singole tazzine. A questo punto, con un cucchiaino, cominciare a mescolare zucchero e gocce di caffè in maniera piuttosto energica. Più useremo un movimento vigoroso e più il composto risulterà bello spumoso e consistente. Quando il caffè sarà salito completamente, versarlo nelle tazze. La cremina che avremo creato, dal fondo della tazza salirà in superficie, creando così lo stesso identico effetto del caffè del bar.

Metodo alternativo semplificato

Possiamo ottenere il medesimo risultato anche in maniera molto più semplice. Dovremo mettere lo zucchero (un cucchiaino per ogni tazza) direttamente nel bricco della caffettiera. In questo modo, la cremina si formerà in automatico mentre il caffè sale. Ed ecco così svelato il segreto per un caffè buono come quello del bar con tanto di golosa cremina. Come sempre, gli elettrodomestici vanno tenuti con cura. È dunque bene ricordare come pulire alla perfezione la moka.

Approfondimento

Non solo calcare e guarnizione rovinata se il caffè della moka non sale queste 3 potrebbero essere le cause più comuni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te